“Winslow”, “Club” Bookend S.F. fest

San Francisco — Con punti salienti che si estendono da Sean Penn a Nigel Hawthorne, Old Wave ceca alla nuova ondata kazakh e vari punti nel mezzo.F. Intl. Film Festival ha annunciato il suo 42 ° programma annuale martedì.

FEST UNSPOOOLS 22 aprile 6 maggio nei locali di S.F., Berkeley e Marin County.

Quest’ultima posizione (presso il New Rafael Film Center) è un nuovo sviluppo, così come l’evento che si occupa dell’intero complesso AMC Kabuki 8 nel suo Burg di casa per la durata. Il conseguente aumento degli slot di screening, nonché l’uso di un nuovo sistema di biglietteria, dovrebbe facilitare la solita frustrazione rispetto agli spettacoli esauriti.

Official Opening-Night è la nuova versione cinematografica di Terence Rattigan ’ s 1946 Play “ The Winslow Boy, ” che rappresenta una insolita incursione nel dramma dell’era edoardiana per il regista-scenarista David Mamet. Si prevede che quest’ultimo frequenterà World Preem, insieme alle stelle Hawthorne, Jeremy Northam e Rebecca Pidgeon.

Più vicino sarà Wim Wenders ’ “ Buena Vista Social Club, ” Una foto da concerto con band e u cuban cuban titolare.S. ROOTS MUSIC ICON RY COODER; Gli ospiti correlati sono TBA. Altri eventi notevoli orientati alla musica includono proiezioni di “ Stop Fake Sense ” 15 anni dopo il suo lancio di SFIFF, con il regista Jonathan Demme e tutti e quattro le teste parlanti, nonché la notte di recente e ampliata del 1964 Beatlepic “.”

Tra quelli che si aspettano di accettare premi di persona o presiedere le retrospettive ci sono Sean Penn, residenza locale, Sean Penn; veterinario messicano Helmer Arturo Ripstein (portando con sé il suo ultimo, “ Divine ”); Archivista/Restorer Enno Patalas (Presentazione di silenzi espressionisti tedeschi “ dalla mattina a mezzanotte ” e “ il gabinetto del DR. Caligari ”); Il saggistico olandese Johan van der Keuken; e gli anni ’30 Hollywood Ingue Karen Morley (“ Scarface, “.

Fest formerà anche l’attenzione speciale sul defunto regista senegalese Djibril Diop Mambety (il suo postumo completato “ La bambina che ha venduto il Sun ” sarà in cima a una serie retrò), trascurata il sensualista ceco Gustav Machaty (il cui 1933 “ Ecstacy ” notoriamente districato il futuro Hedy Lamarr) e il clima cinematografico attuale in modo incongruente del Kazakistan.

Lascia un commento