WB ordinato di pagare i parenti di Dean

Warner Bros. è stato ordinato di pagare $ 1.6 milioni alla famiglia di James Dean e al loro agente, Curtis Management Group, legati a una causa che lo studio aveva perso (Varietà quotidiana, 17 luglio 1992) sui diritti di merchandising sul nome e sulla somiglianza del defunto attore.

Il premio è stato consegnato ieri per coprire le spese legali parziali nella lunga causa.

Ci sono ancora più costi da tenere conto, per quali avvocati per la famiglia Dean presenteranno nel prossimo mese.

Lo studio aveva presentato una causa da 90 milioni di dollari nel 1991, sostenendo che era il legittimo proprietario della somiglianza e dell’immagine di Dean a causa di una clausola in un contratto che l’attore aveva firmato nel 1954 prima delle riprese di &#8220 ; A est dell’Eden.”

La clausola, situata in un contratto standard, ha permesso allo studio di utilizzare la somiglianza e l’immagine di Dean in perpetuo per i legami commerciali al film.

Mentre lo studio ha affermato che anche la clausola si è trasferita all’uso del merchandising non correlato al film, una U.S. Il giudice del tribunale distrettuale aveva stabilito che si riferiva solo alla vendita e alla pubblicità dei tre film in cui ha recitato prima della sua morte.

Gli altri due film erano “ Giant ” e “ ribelli senza causa.”

Si stima che l’immagine Dean abbia generato circa $ 30 milioni dal 1984.

Al momento in cui Warners ha intentato causa, Curtis Management non ha presentato una domanda riconvenzionale. Ieri, il presidente della società, Mark Roesler, ha rifiutato di commentare se ci fossero piani per perseguire una causa futura per danni.

Lascia un commento