Verità di New Age

Le crepe stanno comparendo nell’industria cinematografica della Francia.

Proprio come la u.S. Industria, la Francia è sotto la pistola, sotto pressione da vasti cambiamenti tecnologici, pirateria, convergenza della produzione cinematografica e televisiva e entrate del mercato internazionale in cronometro, in particolare dalla U.S.

Recenti rummi gallici suggeriscono che non può essere d’accordo nemmeno sulla necessità di un cambiamento, per non parlare del suo ritmo o di come implementarlo.

Nell’ultima manifestazione, il co-topper di Wild Bunch Vincent Maraval, uno dei più potenti agenti di vendita in Europa, ha consegnato una blisterra contro la propria industria francese.

La sua frustrazione è incentrata su due incidenti.

Il 15 aprile, in una riunione di amministrazione di Cannes, Olivier Assayas ’ cinque ore, 33 minuti “ Carlos ” è stato proposto per la competizione di Cannes. “ Carlos ” era — ed è ancora — Skedded per iniziare a proiettare il giorno del suo pre-preem di Cannes su French Paybox Canal Plus, il produttore di foto, come una serie TV in tre parti. A seguito di un’opposizione vocante da parte degli organi commerciali francesi, in particolare la Francia Blic Assn., In una soluzione di compromesso annunciata quattro giorni dopo, “ Carlos ” è stato dato uno slot fuori concorrenza.

L’opposizione dell’industria francese ad A “ Carlos ” La cucina della concorrenza è riccamente ironica, ha detto Maraval. In generale, i confini tra cinema e film televisivi si sono interrotti molto tempo fa, ha sostenuto.

La principale fonte finanziaria per l’80% dei film francesi è la moneta TV, ha detto Maraval.

Secondo il dirigente, il risultato netto di tale accordo è che la Francia risulta ciò che ritiene “ Format Films.”

“ Le emittenti vogliono film che sembrano film TV, ” Egli ha detto. “ quindici anni fa, le star del cinema erano Gerard Depardieu e Deneuve. Ora loro ’ re Danny Boon o Alain Chabat, stelle create dalla TV.”

Per Maraval, “ il sistema cinematografico della Francia finanzia film Super TV che come distributori internazionali possiamo Export — Non sono conformi ai gusti del mercato cinematografico.”

Una seconda tempesta è stata attivata dallo stesso gruppo selvaggio. Il 30 aprile, ha annunciato che avrebbe visualizzato in anteprima Jean-Luc Godard ’ S “ socialismo ” sul suo cavo Filmotv vod canale 17-18 maggio, in coincidenza con la foto di Pic UN per quanto riguarda Bow.

A differenza di altrove in Europa, dove le finestre di rilascio sono stabilite dalla pratica del settore, la Francia è mandata nel governo, la finestra VOD quattro mesi dopo il rilascio teatrale.

A partire da giovedì, non era ancora chiaro se tutti gli espositori avvicinati sarebbero stati prenotati “ socialismo, ” Sebbene la catena di Paris Arthouse Mk2 avesse accettato di mostrarlo su una serie di schermi.

Vietare la finestra di rilascio teatrale e VOD, Francia, la finestra di rilascio set-in-pietre non descrive il paese ’ s “ profondamente conservatore ” Industria, ha detto Maraval.

Ma, di fronte alle incertezze scoraggianti, l’industria cinematografica della Francia, la più grande in Europa, ha molto da perdere.

Lascia un commento