Uno scatto “shanghai”

Shanghai — Hsu Feng, il pluripremiato produttore di “ addio la mia concubina, ” sta pianificando due caratteristiche per la Cina, tra cui la versione cinematografica del libro più venduto “ vita e morte a Shanghai, ” Di Nien Cheng.

In un’intervista, HSU ha affermato che il suo Tomson Film Co. Stava anche pianificando un film nei primi anni di Jiang Qing (alias Madame Mao), dal suo tempo come stellina a Shanghai alla sua storia d’amore e al matrimonio con il grande elmsman della Cina, che sta seguendo il titolo funzionante, &# 8220; l’ultimo rossetto di Yanan.”

Entrambi i film toccano questioni politicamente sensibili, tra cui la tumultuosa rivoluzione culturale e gli anni a Yanan, la base comunista durante i loro anni formativi.

Hsu ha fatto appello al governo cinese per mettere le spalle alle spalle la rivoluzione culturale.

“ devono affrontare la rivoluzione culturale per andare avanti, ” lei disse. “ lo vedono ancora come una fresca crosta e hanno paura di riaprire la ferita ”.

HSU, a cui verrà assegnato un premio come eccezionale produttore al prossimo Festival di Cannes, ha affermato che la natura sensibile dei film sta rendendo difficile ottenere una luce verde dal governo cinese.

HSU ha ottenuto i diritti del film su “ vita e morte a Shanghai ” All’inizio degli anni ’90 e ha già superato nove revisioni di script. La sceneggiatura per l’immagine di Madame Mao è stata eseguita da Lilian Lee, che ha anche scritto il romanzo “ addio alla mia concubina.”

“ Il governo cinese non si preoccupa di che posto i film cinesi hanno nel mondo esterno, ” Hsu ha detto. “ vogliono che giriamo film sulla riforma, ma chi vuole andare a vedere film su questo?”

La produttrice disse che avrebbe preso in considerazione l’idea di prendere la vita e la morte di#8220 a Shanghai ” Produzione a Taiwan se le autorità di Pechino hanno continuato a bloccare il quadro qui.

HSU ha sottolineato che nessun film cinese continentale avrebbe partecipato a Cannes quest’anno e ha avvertito che ciò potrebbe scrivere un disastro per il futuro dell’industria cinematografica cinese a meno che Pechino non rilasserà la sua stretta presa.

Hsu, un nativo di Taiwan che ha iniziato a lavorare nel settore cinematografico nel 1967 come attrice, ha fatto la fama internazionale con Chen Kaige ’ S “ Fare My Concubine, ” che ha vinto il Palme D ’ o a Cannes, il più alto premio internazionale mai vinto da un film cinese.

La sua ultima produzione sulla terraferma è stata “ Temptress Moon, ” anche una collaborazione con il regista Chen.

Lascia un commento