Ufficio della CNN avviata da Baghdad

In reazione ad alcuni rapporti critici sul suo governo, i funzionari iracheni hanno espulso la CNN dal suo ufficio di 12 anni a Baghdad.

I funzionari del governo hanno anche ordinato a Journos dalla NBC e dalla ABC di lasciare il paese già sabato.

“ Ci è stato detto che tutti i giornalisti non Iraq sono stati espulsi da lunedì, ” La prexy della CNN di NewsGathering Eason Jordan ha detto. “ indipendentemente dal loro stato di visto.”

Molti giornalisti si sono riversati nella regione per coprire il referendum della scorsa settimana sul dominio del suo leader, Saddam Hussein.

Mentre il governo ha recentemente rifiutato di concedere i visti alla CNN, Christiane Amanpour, Wolf Blitzer e Richard Roth e MSNBC Ashleigh Banfield, Giordan Questo fino a un livello completamente nuovo.”

Jordan ha affermato che i funzionari del Ministero dell’Informazione iracheno hanno citato il loro dispiacere per il modo in cui la rete ha coperto le recenti dimostrazioni nella capitale.

I manifestanti chiedevano di sapere dove erano andati i loro parenti mancanti dopo una grande amnistia da prigione.

La CNN ha riferito che le truppe hanno sparato armi vive per disperdere la folla, un’accusa che il governo contesta.

Il New York Times, che ha anche coperto l’amnistia e le proteste, ha rifiutato il commento sul proprio status nel divieto della stampa, che secondo le reti influenzerà le organizzazioni di notizie straniere.

La CBS, tuttavia, ha affermato di non aver ancora sentito nulla del divieto.

Storicamente, il regime di Hussein ha vietato o espulso i giornalisti, solo per accettare le loro domande di visto in seguito.

Lascia un commento