U Studios ostacolati da Blares Music

New York — Con tutto l’improvviso interesse per Universal Music Group che è scoppiato di recente, la gente degli Universal Studios deve sentirsi un po ‘come il fegato tritato.

Sumner Redstone, John Malone, Bob Wright e Alex Yemenidjian sono tutti apertamente salivati su Vivendi Universal Entertainment ’ s Platter of Cable Canali, USA e Sci Fi. E nelle ultime settimane, sono emersi un certo numero di insoliti offerenti per il mondo della musica, grazie in parte ad alcune lobbying efficaci del capo dell’UMG Doug Morris. Anche il capo del computer di Apple Steve Jobs sembra preparato a “ pensare a diverso ” Abbastanza da considerare un’offerta per l’etichetta.

Ma che dire degli studi TV e cinema?

I numeri di cruncher hanno da tempo sostenuto che i film e gli studi televisivi, anche con la sana biblioteca attiva di 3000 title, saranno fatti difficili per recuperare un acquirente disposto a valutarlo a oltre $ 4 miliardi al massimo.

Quello che non è un cambio di chump, ma rispetto alla musica (valutazione del consenso: $ 6 miliardi) e nelle reti USA (circa $ 7 miliardi), Ron Meyer e la società avrebbero ragione a sentirsi un po ‘indesiderati alla festa di offerta che è così determinata — Ma finora in gran parte incapaci — ospitare.

In effetti, sebbene Studio Biz U &#8217 genera circa $ 5 miliardi di ricavi, gli acquirenti in questi giorni sono focalizzati più sui margini di profitto che su attività di alto profilo.

E mentre MGM o DreamWorks adorerebbero l’opportunità di fare un nido d’amore più grande fondendo con U Studios, una mancanza di peso finanziario rende difficile per loro risolvere il problema più immediato di Viv U &#8217: trovare denaro per ripagare il debito. E molti pensano che sia improbabile Viacom o NBC vorrebbe essere appesantito da un’operazione in studio. Anche l’unico maggiore di Hollywood che potrebbe beneficiare seriamente di possedere la biblioteca U ’ Disney — è sotto troppa coercizione economica per essere un acquirente.

L’apparente carenza di interesse per un’offerta in contanti da solista per lo studio va nel cuore del topper jene-rene-rene Fourtou ’ s Dilemma: vendere i pezzi richiederà offerte individuali molto più alte rispetto alla vendita della maggior parte delle sue azioni nel complesso. Quello che è perché una miriade di plusvalenze e altre passività fiscali per un totale di oltre $ 2 miliardi si lanciano se le singole attività fossero vendute frammentarie.

Ciò significa che la somma delle parti di Vue probabilmente vale meno dell’unica offerta finora sul tavolo per l’intero — il paziente insolitamente “ a sud di $ 20 miliardi ” Offerto da Marvin Davis e dall’ex dirigente Brian Mulligan.

In effetti, sono l’unico team abbastanza coraggioso oggi da voler abbracciare ed espandere un conglomerato di intrattenimento, le verruche e tutto il resto, con l’intenzione di fluttuarlo sul mercato azionario nei prossimi cinque anni.

Viv u è stato stretto al riguardo, però. Fonti dicono che la società gallica sta usando l’offerta sostenuta dal private equity come punto di riferimento e sperava di corteggiare offerte più redditizie. Ma finora, sei mesi di gioco duramente per ottenere quattro titoli per la maggior parte dei titoli di notizie.

Praticamente ogni grande acquirente, dalla NBC ricca ma cauta alla MGM a corto di denaro, ha chiacchierato in modo informale con Fourtou e i suoi banchieri. Malone, nel frattempo, potrebbe essere troppo intelligente per il suo bene. Si dice che i dirigenti VIV siano spaventati a morte per le tattiche Hardball di DealMeister. E dal momento che Malone ha intentato una causa contro la società in cerca di risarcimento da rimostranze per presunti misfatti finanziari — Viv sostiene che la minaccia legale è semplicemente una tattica negoziale — Il tenore dei colloqui è probabilmente inasprito.

L’USA Interactive di Barry Diller ha preso una virata simile, facendo causa a Viv per oltre 620 milioni di dollari di pagamento delle tasse azionarie privilegiate. Diller ha anche colto l’occasione legale per riaffermare il suo potere di veto su come viene eliminato Vue.

Purtroppo, è il tempo di marca o spezzare. Quartou.

Nella prossima settimana circa, Viv U dovrebbe finalmente rendere disponibili informazioni finanziarie dettagliate sulle sue proprietà di intrattenimento per gli offerenti — un passo che è passato molto tempo.

In effetti, più a lungo il circo della confusione continua, affermano il personale sul lotto e gli investitori, più le attività sul blocco vengono danneggiate — e più basso, quanto il prezzo eventuale viv potresti ottenere per loro.

“ Queste sono attività basate sui talenti e i talenti tendono a essere nervosi nel firmare un accordo con un’azienda la cui proprietà futura è incerta, ” dice un aspirante acquirente.

Lascia un commento