U Nixes $ 1 Bil Napster Deal

New York — Sotto la crescente pressione per fare la pace con l’industria musicale prima che venga chiusa per ordine del tribunale, il servizio di condivisione di file legalmente si è imbattuto che Napster ha fatto un’offerta di $ 1 miliardo in tasse di licenza per cinque anni per risolvere la sua battaglia in corso con le cinque principali musicali distributori.

Ma quasi velocemente quanto l’annuncio è stato fatto, Universal Music Group, che è ampiamente considerato come il più irremovibile nel contenzioso di Napster, ha espresso la sua insoddisfazione con l’offerta della società.

“ È responsabilità di Napster di venire nella comunità creativa con un modello di business legittimo e un sistema che protegge i nostri artisti e copyright, ” la società ha detto. “ niente che abbiamo sentito in passato e nulla che abbiamo sentito oggi suggerisce che sono stati ancora in grado di svolgere quel compito.”

Howard King, avvocato del gruppo musicale Metallica e artista rap Dr. Dre, non era anche impressionato dall’offerta Napster.

“ questa non è una novità, ” Disse King. “ Napster sta organizzando un’enorme spinta pubblicitaria per cercare di forzare gli accordi di licenze. Ma posso dirti che nessuno ha parlato con Metallica o DR. Dre.”

King rappresenta Metallica e Dr. Dre in violazione del copyright cause contro Napster che sono stati presentati a Los Angeles ad aprile e successivamente consolidati con l’industria discografica Assn. di America ’ s Suit — rappresentando le principali etichette musicali — contro Napster.

Pagamenti annuali

Durante un briefing stampa a San Francisco, il capo dirigente di Napster Hank Barry ha dichiarato che le commissioni si sarebbero presentate a forma di cinque pagamenti annuali di $ 150 milioni ciascuno, per essere diviso tra i principali gruppi di etichette che hanno fatto causa alla società e cinque pagamenti da $ 50 milioni per le etichette indipendenti e artisti.

Sono stati presenti Barry, il fondatore di Napster Shawn Fanning, il CEO di Bertelsmann Thomas Middelhoff e il gruppo di e-commerce Bertelsmann Topper Andreas Schmidt. In ottobre, Bertelsmann ha messo in onda un prestito per un valore di $ 50 milioni per aiutare Napster a sviluppare un’alternativa legale basata sull’appartenenza al suo attuale servizio, con l’aiuto di BECG.

Napster prevede di pagare l’accordo istituendo un piano di prezzi a due livelli per il suo nuovo servizio: per $ 2.95 e $ 4.95, gli utenti avrebbero accesso a un numero limitato di download al mese e tra $ 5.95 e $ 9.95, avrebbero un accesso illimitato. I fondi generati da queste commissioni andrebbero ai detentori dei diritti, ha affermato il vicepresidente di Becg per le comunicazioni Frank Sarfeld.

“ questa causa deve finire e sai perché? Per il bene del consumatore, ” Sarfeld ha detto.

BMG Topper Rolf Schmidt-Holtz era molto più ottimista che universale sull’offerta di insediamento di Barry, chiamandola “ un passo positivo che incoraggerà l’industria musicale a lavorare con Napster.”

Ha sottolineato, tuttavia, che l’industria è in corso contro il file-sharer, a cui BMG è ancora una parte, “ si riferisce solo al servizio di Napster preesistente e non riguarda il nuovo Napster servizio.”

Ultimo sforzo

L’offerta di insediamento di martedì 8217 è l’ultima di una raffica di annunci frenetici da Napster Brass volto a dimostrare che la società è impegnata a creare un servizio che compensa tutti i titolari di diritti. Gli sforzi della società sono stati stimolati da una serie di sconfitte legali.

Solo una settimana fa, un gruppo di tre giudici della 9a Corte d’appello del Circuito di San Francisco ha effettivamente sostenuto un’ingiunzione contro Napster emessa a luglio dal giudice del tribunale distrettuale della California del Nord Marilyn Hall Patel.

La Corte d’appello ha rinviato l’ingiunzione a Patel per un po ‘di messa a punto, ma l’ordine dovrebbe essere in gran parte emesso. Probabilmente chiederà a Napster di rimuovere tutti i file che violano i diritti d’autore delle etichette discografiche — Qualcosa che Napster ha detto che non è in grado di fare con la sua architettura attuale. Ciò potrebbe significare che Napster dovrà chiudere per rispettare il mandato del tribunale.

Con un’ingiunzione in arrivo, le compagnie musicali potrebbero vedere poche ragioni per negoziare con Napster, la cui posizione di contrattazione è probabile che si erode ulteriormente man mano che il tempo si indossa e il mandato del tribunale ha effetto.

Ma venerdì, la società ha spostato il focus del dibattito pubblico rivelando i primi dettagli sul servizio Napster di seconda generazione, che spera di inchinarsi quest’estate quest’estate. Napster ha affermato di aver sviluppato un sistema di sicurezza che gli consente di controllare come vengono utilizzate le canzoni per assicurarsi che i membri stiano pagando per i servizi che ottengono.

Napster ha acquistato il nuovo servizio in giro alle principali aziende musicali in cerca di approvazione, ma le etichette, apparentemente che tengono il sopravvento in procedimenti legali e desiderosi di sviluppare i propri modelli di distribuzione digitale, sono riluttanti ad accettare le sue filiali di olivo.

Martedì prima, prima che fosse annunciata l’offerta, il capo RIAA Hilary Rosen ha rilasciato una dichiarazione che chiede a Napster a “ fermare le infrazioni, fermare le tattiche di ritardo in tribunale e raddoppiare i tuoi sforzi per costruire un sistema legittimo.”

Rosen ha castigato la società per aver corteggiato la stampa prima che il suo nuovo servizio fosse completato e lo ha invitato a “ affrontare le infrazioni passate e in corso ” Prima di entrare nei negoziati relativi al suo nuovo modello di business.

(Janet Shprintz a Los Angeles ha contribuito a questo rapporto.)

Lascia un commento