TV Exex Difendi Prodotto dalle richieste di violenza

Con lo spettro dell’azione governativa incombente, il leader TV Exex ha difeso il loro settore martedì contro l’accusa che c’è troppa violenza in televisione.

La scena era una stanza dell’udito del Senato, in cui i legislatori arrabbiati hanno affermato di volere un’azione, non retorica, su questo problema di vecchia data.

Il punto è stato sottolineato dall’anniversario dell’occasione — 32 anni al giorno della prima udienza congressuale sulla violenza televisiva.

“ deve esserci uno standard più elevato di quello che fa soldi, ” ha detto Sen. Paul Simon (d-ill.), copresidente della sottocommissione giudiziaria, al secondo in una serie di audizioni.

C’è un senso di urgenza a Capitol Hill, alimentato dall’imminente DEC. 1 Scadenza della legislazione che rinuncia alle leggi antitrust per consentire all’industria di trovare soluzioni alla violenza televisiva.

Secondo Kerry McCluggage, presidente di Paramount Pictures Television Group, in alcuni casi viene chiesto all’industria di confutare le affermazioni.

Ha detto che un gruppo di critici di nome “ The Young Indiana Jones Chronicles, ” di cui era un coproduttore, lo spettacolo in prima serata più violento lo scorso autunno.

“ questo, francamente, ci ha sbalordito ed è categorico, ” Egli ha detto.

Ha detto che lo spettacolo è stato elogiato per le rappresentazioni storiche dell’inizio del XX secolo da parte di istituzioni che vanno dai Boy Scouts and Children ’ s Workshop televisivo all’Università della Carolina del Sud e alla Federazione unita degli insegnanti a New York.

Alcuni studi sulla violenza televisiva “ amplicamente e meccanicamente aggiungono il numero di atti presumibilmente violenti senza riferimento al contesto generale del programma o alla natura degli atti stessi, ” McCluggage ha detto.

Simon ha espresso un po ‘di ottimismo, indicando i passi adottati nei programmi per mostrare meno fumo, bere e descrivere le minoranze in una luce più positiva. “ la stessa cosa può essere fatta con violenza, ” Egli ha detto.

Il copresidente dell’udienza, Sen. Herb Kohl (D-Wis.), era meno generoso. “ se l’industria televisiva non può regolare efficacemente se stesso — E finora, a mio giudizio, non ha — Il Congresso dovrebbe regolare l’industria.”

Secondo Motion Picture Assn. Il presidente dell’America Jack Valenti, il Primo Emendamento frustrerebbe tali tentativi del governo.

“ Nessuno dei 25 migliori programmi TV in prima serata può essere descritto come violento, sebbene gli esperti auto-unici li etichettano così, ” Valenti ha detto. Ma ha convenuto che “ cercare di ridurre la violenza gratuita ovunque si trovi in TV è un obiettivo degno e persino realizzabile.”

Valenti ha difeso il record del settore, ma ha convenuto che ci sono alcuni “ cattivi vicini ” Nella comunità dell’intrattenimento.

Tuttavia, non aveva intenzione di lasciare che la TV prendesse la colpa della società. “ ti dico francamente, mi rifiuto di credere che la maggior parte delle crudeltà visitate in questa repubblica possano essere incolpate in televisione.”

McCluggage, tuttavia, ha affermato che l’industria “ non proverebbe a nascondersi dietro il primo emendamento o collocherebbe tutta la colpa della nostra società violenta.”

A testimoniare anche Leslie Moonves, presidente di Lorimar Television Co., e Ned Nalle, VP di Universal TV Exec. Hanno elaborato i loro spettacoli che non promuovono la violenza e hanno sottolineato esempi di responsabilità sociale.

Hollywood ha ridotto consapevolmente l’incidenza del fumo di sigaretta negli anni ’80 e ha recentemente iniziato a deglamoramento di alcol e droghe, hanno detto.

Simon ha risposto, “ c’è un fallimento nella tua dichiarazione nel riconoscere che abbiamo un grosso problema.”

Moonves ha confutato la pretesa di Simon di violenza televisiva come veicolo per i profitti. “ lì è molto più denaro da fare da sitcom, ” Disse Moonves.

Simon ha paragonato l’industria televisiva il rifiuto di ammettere che la violenza video contribuisce alla violenza effettiva alla posizione dell’industria delle sigarette sul fumo e sul cancro.

Valenti ha detto che avrebbe incontrato i sindacati dei talenti di Hollywood e altri prima di una conferenza agosto. 2 a Los Angeles con dirigenti TV, via cavo e film.

E ha elogiato il Congresso per aver fatto pressioni sull’industria.

“ Why Haven ’ T abbiamo agito prima? Immagino che agiamo solo in una crisi, ” Valenti ha detto.

Lascia un commento