THESP parla di pausa per 6 giorni

La contrattazione del contratto Film-TV tra attori e studi è rimasta su una pista pigra giovedì con i negoziatori che hanno annunciato una pausa di sei giorni dopo solo tre ore di negoziati.

Il ritmo piacevole dei colloqui e la lunghezza della pausa, che arriva solo cinque settimane prima della scadenza del contratto, segnala fortemente che c’è una piccola possibilità di concludere un accordo iniziale.

Molti a Hollywood speravano che i negoziatori potessero usare il Patto della Guild Writers del 4 maggio per aiutare a raggiungere un accordo ben prima della scadenza del 30 giugno, eliminando le preoccupazioni sulla possibilità di uno sciopero.

Ma ripetizioni per lo schermo Actors Guild e la Federazione americana della televisione & Gli artisti radiofonici hanno tenuto solo quattro sessioni pomeridiane da quando i colloqui sono iniziati il 15 maggio, probabilmente riflettendo il thesps ’ intenzione di portare i colloqui fino alla scadenza del 30 giugno e forse diversi giorni oltre.

I colloqui riprende la prossima settimana

I negoziati riprenderanno mercoledì all’Alleanza del film & Sede dei produttori televisivi a Encino. Entrambe le parti hanno continuato a osservare il blackout delle notizie, ma la pausa di sei giorni consente ai rappresentanti della East Coast per gli attori di volare a casa per le vacanze del Memorial Day.

I colloqui recessi alle 5:30 p.M. Sebbene i dettagli delle proposte siano abbozzate, la recente speculazione è che le due parti rimangono lontane.

I rappresentanti non hanno avuto commenti sui dettagli e se SAG e Aftra hanno moderato la loro proposta originale, che è arrivata ben al di sopra delle aspettative e includevano un aumento annuale del 5% in minimi. Nell’attuale patto Film-TV, il minimo SAG Daily è di $ 617 e il settimanale è di $ 2.147.

Le proposte del settore includono la creazione di una nuova classe di tassi più bassi per gli artisti che hanno meno di quattro linee in una produzione; facilitare alcuni dei requisiti per i produttori per far volare gli artisti in prima classe; e offrendo uno sconto del 50% sui residui per i programmi TV di mezz’ora nei mercati della sindacazione che raggiungono meno del 50% di U.S. spettatori.

L’accordo di Writers Guild includeva una disposizione simile per uno sconto sugli spettacoli TV, con la condizione che sarà un programma sperimentale per i tre anni del contratto.

Affari provvisori

SAG ha anche indicato che è sul punto di offrire accordi ad interim o di rinuncia che consentirebbero ai produttori indipendenti di iniziare i film dopo il 30 giugno con i membri SAG anche se c’è uno sciopero. Un dirigente della gilda ha recentemente scritto ai produttori che il comitato di negoziazione SAG/AFTRA era “ nel processo ” di approvare l’uso di tali accordi, ma non ha dato alcuna data per il completamento di quella mossa.

SAG Prexy William Daniels ha dichiarato di essere fortemente a favore della concessione di esenzioni per i cineasti a basso budget, ma ha anche sottolineato che il comitato negoziatore sarà preso dalla decisione finale. Le esenzioni consentirebbero alle aziende di utilizzare gli attori SAG durante uno sciopero accettando i termini dell’ultima offerta della Guild o per il regolamento finale.

I hardliner all’interno di SAG credono che la concessione di esenzioni sia fuorviante poiché toglie la leva sul tavolo dei negoziati, ma i moderati sostengono che rafforza il valore del contratto che SAG sta cercando. SAG ha ricevuto centinaia di richieste di esonero da cineasti indipendenti quest’anno.

SAG ha già concesso “ Extension ” Accordi a diversi progetti indipendenti già in produzione che consentiranno ai membri di continuare a lavorare se c’è uno sciopero (Varietà quotidiana, 24 maggio).

Lascia un commento