The Festival Enigrum: purezza o prosperità?

Sono state apportate correzioni a questo articolo di agosto. 17, 2003.

Locarno, Svizzera — I barbari sono ai grandi festival cinematografici del mondo.

Eventi come il Locarno Film Festival, che questa settimana avvolge il suo 56 ° incomprensibile, stanno affrontando una domanda inquietante: se rimangono bastioni della tariffa cinematografica elita?

Quest’ultima opzione, non a caso, farebbe piacere agli sponsor privati che amano associare i loro marchi a Film Auds &#8212 Hip Young; e potrebbe ampliare le feste ’ appello in un momento in cui il patrocinio aziendale è sempre più sottile.

Qui a Locarno, c’è un senso palpabile che un fest spigoloso noto da tempo per le sue scoperte creative può essere costretto a scegliere tra tirare su il ponte delle due.

Locarno Fesgoers di lunga data, quelli che ricordano di aver visto i film sul prato di fronte al Grande Hotel, non importavano meno delle star del cinema. Eppure i documenti erano pieni di critiche al direttore artistico del festival Irene Bignardi per non aver consegnato il potere stellare.

L’agosto. 9 Premiere europea di “ Calendar Girls ” A Locarno avrebbe dovuto elettrizzare Buena Vista Intl. Il direttore generale della Svizzera Roger Crotti, come circa 9.500 fan in città, Piazza Grande ha dato al film un accoglienza entusiasta.

Quindi è stato un po ‘sorprendente che Crotti abbia detto a Basler Daily Swiss Zeitung che Locarno “ ha bisogno di una buona miscela di sofisticato, ma non pure sofisticato, film. Ma il festival non è riuscito a ottenere questa miscela quest’anno.”

Ancora meglio ricevuto del film di Crotti è stato Bavaria Films ’ Sports Epic “ The Miracle of Bern, ” che ha attirato un’altra folla enorme e un applauso ancora più estatico.

Ma i critici nella stampa che proiettano la notte prima hanno avuto una reazione opposta. BOOS e sibili erano accompagnati da insulti da alcuni dei giornali riuniti che urlano “ vergogna su Bignardi! Riporta Marco Muller!” (l’ex direttore artistico del Fest).

Il miglior esempio delle pressioni per andare più mainstream o per rimanere il “ Pure Art ” Il corso è venuto da un’intervista che ho fatto la scorsa settimana per BBC ’ S “ oggi ” programma.

Il regista artistico del Festa di Edimburgo Shane Danielsen e io avremmo dovuto parlare dell’accessibilità e del valore di intrattenimento dei film nel suo prossimo Fest ’ S “ New Europe ” sezione.

Ho parlato dell’eccitazione della nuova generazione di cineasti europei e ho passato il testimone a Shane.

Ma il Danielsen normalmente esuberante e appassionato si lanciò in un discorso accademico e un po ‘torpido su un ingresso sloveno sugli immigrati clandestini. Lodevole come potrebbe essere il film, non è stato l’esempio più scintillante per impostare gli spettatori ’ legami legumi.

Dopo lo spettacolo, uno u.K. Industryte ha offerto una spiegazione sul perché i due pugni di Danielsen sono diventati improvvisamente in onda bookish: “ deve coprire il suo fianco con tutti gli altri registi di feste che lo avrebbero preso in giro se avesse parlato di qualcosa che non era &# 8217; T oscuro e oscuro.”

In questo anno Cannes, i puristi si sono lamentati dell’inclusione del “ Matrix Reloaded ” proiezione, ma poiché non c’erano il numero richiesto di star del cinema e successi di breakout, il fest è stato considerato un dud dai media mainstream.

Secondo gli standard artistici, tuttavia, è stato un fest solido. Una dozzina di film di Cannes avrebbe brillato a Toronto, uno stava aprendo il New York Film Festival e un’altra dozzina ha disegnato accordi di vendita sostanziali.

Quindi, dovrebbe Festes Laser-Focus sulla scoperta e nella presentazione del meglio della cinema, o dovrebbero inseguire le star per la copertura TV e stampa che aiuta a portare una moneta di sponsorizzazione che a sua volta aiuta a guidare le aspettative di più stelle e tariffe per il pubblico?

Peccato il povero direttore del festival che non riesce a trovare la risposta. Anche programmare il miglior dramma di mangusti di immigrati sloveni nel mondo ha vinto.

Lascia un commento