Teste recisi

Lorenzo di Bonaventura è ancora fa male.

Un anno e mezzo dopo essere partito come capo di produzione della città più grande e prolifica studio cinematografico, il suo considerevole stress esecutivo — che ha sempre portato nella parte bassa della schiena — si è trasformato nell’ansia da produttore.

Dalla sua uscita da Warner Bros., Di Bonaventura è stato produttore in un film, sta per girare un altro e ha creato più di una dozzina di foto in vari studi.

Non è solo al giorno d’oggi. Di Bonaventura è l’ultimo di una lunga serie di ex teste di produzione che ’ ve ha appeso la loro ghiaia. La maggior parte dice che la transizione è un’esperienza emozionante ma rassicurante che li fa sentire vulnerabili e scoraggiati, ma apprezzano anche nuove libertà creative e personali inimmaginabili in uno studio.

Ultimamente, tuttavia, la città di The Town Withing with Emigres dalle Studio Exec Suites, tra cui Michelle Manning di PAR ’ s Alex Gartner, DreamWorks ’ Michael DeLuca e U ’ s Kevin Misher. Alcuni dei loro predecessori hanno riscontrato un grande successo, come il capo della produzione ex-fox Roger Birnbaum. Alcuni sono tornati ai loro precedenti lavori. Come l’ex topper Fox Richard Zanuck piace citare, “ non puoi permetterti di scendere dall’autobus, ” Significa che lasci il business a tuo rischio e pericolo. Può spesso richiedere una rivalutazione dell’ego e dell’immagine di sé.

Dopo aver guidato la produzione a Warners, ad esempio, Dick Shepherd è tornato al suo concerto di agente. Altri ancora sono usciti dal mondo della produzione del tutto, come Bob Daly (LA L.UN. Dodgers), David Puttnam (u.K. politica) e Disney ’ s Ricardo Mestres (ora alla scuola di medicina).

Ma qualunque sia la loro destinazione finale, questi ex Execs ’ Le regolazioni interne sono solo un cambiamento tra molti. Come produttori alle prime armi devono capire in che modo il vento soffia in modo creativo; Riconneiter la politica interna di ogni studio e ricalibra al ruolo di qualcuno che lancia progetti, piuttosto che qualcuno alla fine di quei tiri.

“ Sembra solo dover vendere, ” dice un ex presidente dello studio. “ è più difficile da vendere che acquistare. Non posso portarmi a vendere qualcosa che non credo solo per venderlo — I ’ non c’è ancora, ma so che devo arrivarci.”

Invece delle centinaia di progetti che hanno usato per pastore, stanno iniziando da zero con un portfolio vuoto — e quella lista vuota, molti dicono, è probabilmente il più difficile di tutti in un duro mercato dell’acquirente dominato da Congloms.

Un’altra sfida: lo stanno facendo in un momento in cui il ruolo di produttore è ridotto. È raro trovare un produttore con l’autonomia e il timbro personale di Jerry Bruckheimer o Brian Grazer — che entrambi hanno entrambi rifiutato fermamente il ruolo di Studio Exec.

E sembra esserci un rapporto inverso di tempo nella suite esecutiva e il successo come produttore: il periodo di Scott Rudin in quanto il capo di produzione è stato breve, ma il suo successo è di lunga durata.

Dato tutto questo, è facile capire perché alcuni ex dirigenti non sono mai più ascoltati.

“ ci sono meno stress come produttore, ma più ansia, ” spiega di bonaventura. “ non senti che martellare quotidianamente che mette le tue terminazioni nervose su Edge — Ma tu ’ è entrato nell’ignoto, quindi senti una certa ansia.”

Diversi dirigenti affermano che il cambiamento nel tempo quotidiano è una fonte di frustrazione, sebbene necessaria.

Spiega un ex-topper, “ quando sei un capo in studio, puoi sbarcare riunioni uno in cima a un altro, come una portaerei. Le persone vengono a trovarti. Ma quando sei un venditore, puoi essere altrettanto efficiente.”

Molti ex capi di produzione dicono che non è solo il passaggio dall’acquirente al venditore che li sfugge. Dopotutto, anche come dirigente in studio vende sempre qualcuno — il tuo capo del progetto o convincere qualcuno che hai ottenuto la star del cinema giusta o il regista — Ma è l’incertezza e la mancanza di struttura inerenti all’essere un venditore che alimenta la loro angoscia.

“ come acquirente, hai sempre di più in arrivo; Puoi dire ‘ no ’ e non devi acquistare (qualsiasi cosa) quel giorno, ” spiega un ex dirigente. “ come produttore, senti di dover fare qualche progresso. Se non lo fai, nessun altro lo farà per te.”

Michael DeLuca, che si è unito a Sony questo mese dopo il decampamento come capo della produzione a DreamWorks Pictures, sottolinea, “ tu ’ sei davvero in balia delle tue abilità e istinti.”

Conoscere la complicata politica interna di uno studio potrebbe essere utile, ma può anche essere deprimente. L’ex prexy della produzione MGM Alex Gartner spiega, “ ciò che mi ha sorpreso di essere più presidente della produzione è stato quanto fosse difficile raggiungere l’accordo all’interno dello studio su quali immagini fare.”

Gartner aggiunge che essere un produttore ora “ è uguale parti euforia e paura, ma gran parte della mia paura deriva dal sapere quanti ‘ sì-es ’ devi ottenere dopo il primo ‘ sì.’ ”

Rivestimenti d’argento

Ma come produttori, gli ex dirigenti della produzione hanno diversi vantaggi. Per uno, sono abituati a destreggiarsi tra più progetti.

Dopo una corsa di tre anni alla Universal, Kevin Misher afferma che ha bruciato la gestione di 250-300 progetti cinematografici. Dopo quell’esperienza, ha preso la decisione di mantenere un basso rapporto di sviluppo-produzione.

“ su quanti progetti su cui lavorare è un fattore enorme nel definire te stesso, ” dice Misher, che sta attualmente producendo la U-Sydney Pollack.N. Assassinio Thriller “ The Interpreter.” Dall’inizio, lui ha prodotto una foto all’anno, tra cui il 2002 ’ S “ The Scorpion King ” e l’anno scorso ’ S “ The Rundown.”

Perché è così selettivo?

“ perché ci sono solo così tanto materiale che puoi sviluppare prima di te di nuovo comportare come un dirigente, ” dice Misher. “ quindi il desiderio di gestire l’azienda travolge il tuo desiderio di gestire i progetti.”

Di Bonaventura, un drogato d’azione autocompatibile, si è tenuto in movimento quasi perpetuo da quando è uscito da WB. La sua prima foto, “ Costantino ” è nella lattina, ma è uno che è arrivato a bordo come produttore dopo che era stato illuminato da Warners. Mentre lo ha sviluppato come dirigente, ora lo sta producendo con gli altri produttori Erwin Stoff, Lauren Shuler Donner e Akiva Goldsman.

Il prossimo è lo star di Jennifer Aniston “ deragliato ” per Miramax, che inizia a girare in ottobre. Raggiungendolo per questo articolo è stato inizialmente difficile, perché stava scouting sedi in una prigione dell’Illinois, dove le guardie hanno una visione comprensibilmente debole dei cellulari.

Attualmente, ha ottenuto progetti istituiti a Universal, DreamWorks, Paramount (dove si basa l’accordo di produzione di Bonaventura), rivoluzione, nuova reggenza e un potenziale franchising di Miramax;.

Dopo aver respinto così tanti progetti come dirigenti, sembra che i produttori di Nouveau possano dover mangiare corvo. Tuttavia, la maggior parte dice che se eri giusto come dirigente, puoi aspettarti di essere trattato in modo equo dopo aver cambiato ruoli. Un ex-topper in studio chiarisce che essere trattato in modo abbastanza sicuro garantisce che il tuo tono sarà ascoltato, non che ascolterai un automatico “ Sì ” da vecchi colleghi.

“ dopo tutto, la fiera è giusta: se qualcuno mi ha chiesto un favore in verde basato su una vecchia amicizia, i ’ d dì loro di andare a fregare da soli, ” dice un ex presidente di studio trasformato in chiaro.

La più grande curva di apprendimento, a quanto pare, è scoprire come operano altri studi e dirigenti: pochi capi di produzione conoscono i loro vecchi rivali ’ gusti e stranezze.

“ ogni studio ha la sua personalità e tedi a vivere nella tua cultura in studio, ” Spiega l’ex capo della produzione Gartner, che ha appena prodotto “ Barbershop 2 ” Per il suo vecchio ritrovo, mgm. Aggiunge: “ è una vita isolata.”

Altri indicano i vantaggi di essere stato un dirigente quando si tratta di altri dirigenti. “ lì ’ è un rapporto naturale che senti con chiunque in quel lavoro, ” dice DeLuca. “ essendo stato un dirigente in studio, sai cosa stanno cercando. Hai totalmente una stenografia.”

Quella stenografia si applica anche agli ex dirigenti ’ relazioni con i creativi.

“ spesso i registi non sentono di poter fidarsi in modo creativo dei ragazzi che scrivono i controlli, ” Dice Peter Berg, l’Actioner di Universal, “ The Rundown, ” che Misher ha prodotto l’anno scorso. “ quando tu ’ re un regista di scrittura scene, lo sai esattamente Nella tua mente come sembrerà. Un dirigente ha sempre vinto ’ t sempre. Kevin sa che i dirigenti dello studio possono essere quello che chiama ‘ sfilata di sottigliezza.’ Era bravo a spiegare l’idea alla base dell’idea dietro l’idea.”

Misher amplifica: “ puoi dire ciò che lo studio vuole davvero, in un modo che non è spaventoso per il regista.

“ dire un film superando il budget: forse devi mostrare un po ‘di film ai dirigenti per dimostrare che questo film funziona, che vale il denaro e il tempo extra. Mentre i cineasti tendono ad essere molto protettivi nei confronti dei loro film e non vogliono mostrare qualsiasi cosa fino a quando non è fatto e perfetto, puoi fornire una liquidità tra i due lati.”

Birsa di rilievo

I legami stretti e le relazioni con un vecchio studio non sono sempre facili per i produttori trasformati. Mentre lui ha prodotto immagini in studio come “ Barbershop 2, ” Gartner ’ sta anche approfondito progetti indie, come “ il rialzo della rabbia, ” Un dramma Kevin Costner e Joan Allen da 12 milioni di dollari finanziati dai media 8.

“ non penso che avremmo potuto realizzare quel film in uno studio, ” Ammette Gartner. “ In effetti, molti di loro sono passati. Ci sono un’avversione a rischio, perché il business in studio è diventato uno di colpire solo le corse in casa. Mi piace essere in grado di fare film un po ‘più rischiosi di uno studio con cui è comodo.”

A tal fine, Gartner la scorsa settimana ha deciso di terminare il suo primo accordo con MGM all’anno e mezzo in anticipo. Opzioni ” Quando si tratta di fare film. Dopotutto, con MGM sul blocco, lo studio non è quasi il posto giusto per creare un nuovo franchising, per non parlare di uno costoso. E fare film indie si è rivelato divertente.

La maggior parte di queste persone sembra abbastanza non sorpresa dalla perdita di vantaggi e status di dirigenti, perché alla fine la città rispetta la reputazione per i regali.

“ alla mia età, la gente sa cosa ti piace. I titoli e tutte le merda hanno smesso di significare qualsiasi cosa molto tempo fa, ” Dice DeLuca. “ i film vengono realizzati dal 10% delle persone nel settore. Una volta che si spezzerà in quel 10%, questo è ’. Le persone che si occupano di titoli e tutte quelle cazzate non sono fatte film realizzate film.”

Fa una pausa.

“ tu ’ sei ancora in (The Office) la mattina presto, tu ’ stai ancora leggendo a tarda notte, ” dice DeLuca. “ quali cambiamenti è che ci sia un totale sollievo dal tuo capo.”

Quindi DeLuca riattacca; Probabilmente è in ritardo per un incontro con una tuta e sai come le cause solo odio Quello.

Lascia un commento