Task Force che si prepara a combattere la violenza televisiva

Accogliendo da quello che chiamavano “ uno dei mesi più sanguinosi nella storia della TV, ” 19 Organizzazioni nazionali lunedì formarono una task force cittadini per combattere la violenza video.

Il gruppo, presentato in una conferenza stampa di Capitol Hill, ha promesso di lanciare una petizione a livello nazionale per convincere i dirigenti televisivi a Los Angeles quest’estate che è il momento di agire.

“ abbastanza è abbastanza, ” ha detto Sen. Kent Conrad (D-N.D.). “ lì è troppa violenza in televisione e#8217; sta ferendo i nostri figli.”

La petizione esorta le industrie televisive e cinematografiche a stabilire un sistema di valutazione della violenza per la programmazione e i film per la TV in prima serata. Chiede inoltre alla Federal Communications Commission di tenere audizioni sull’argomento e prendere in considerazione l’adozione del sistema e un programma di etichettatura per spettacoli violenti.

La task force vuole incoraggiare l’industria a trarre vantaggio da una finestra di restringimento delle opportunità di autoregolazione — Legislazione approvata nel 1990 esendendola dalle leggi antitrust in modo che possa sviluppare standard sulla violenza. La legge, sponsorizzata da Sen. Paul Simon (d-ill.), scade a dicembre con la sua missione che potrebbe essere insoddisfatta.

Conrad immagina che il progetto sia stato dato un inquietante spedizione dalle stesse reti televisive a seguito delle spese di maggio, che è stata soprannominata “ mese di omicidio.”

“ lì ampie prove che la violenza in televisione porta alla violenza nella vita reale — il ragazzo della California che ha ucciso il padre del suo amico e poi ha versato sale nelle ferite perché lo ha visto in TV; (o) il quindicenne del Rhode Island che si è impiccato dopo aver visto una acrobazia appesa all’ospite televisivo Johnny Carson, ” ha detto il legislatore.

Unirsi alla spinta è una sezione trasversale di organizzazioni nazionali che rappresentano psicologi infantili, medici, chiese, polizia e attivisti per la violenza video. Includono il National PTA, l’American Medical Assn. e il Consiglio nazionale delle chiese.

I rappresentanti di molti gruppi hanno spiegato le loro preoccupazioni — che generalmente si concentrava sui bambini — Alla conferenza stampa. Hanno ripetuto statistiche spesso citate riguardanti la quantità di violenza contenuta nella televisione in prima serata.

Lascia un commento