Super rissa sui supereroi

Mentre migliaia convergono il Comic-Con 22-25 luglio, c’è una lunga domanda di gestatura che ha sempre più bisogno di una risposta a Hollywood: solo chi possiede i supereroi?

Gli studi hanno investito centinaia di milioni — e hanno raccolto miliardi — Nel dare vita a Superman, Spider-Man, X-Men, The Incredible Hulk, The Fantastic Four e molti altri. Ma eredi di alcuni personaggi ’ I creatori stanno esercitando una disposizione di legge sul copyright che può far loro riconquistare alcuni dei diritti detenuti da Marvel, DC Comics e altri.

Il contenzioso coinvolge molti dei gioielli della corona del mondo dei fumetti. Ha sollevato la possibilità che gli studi in un futuro non troppo lontano dovranno fare i conti con partner indesiderati che rivendicheranno una quota dei proventi di futuri fumetti, film e serie TV. La sola Morass legale potrebbe avere il potere paralizzante della kryptonite, legando gli eroi in tribunale.

Per lo meno, ha consegnato un sacco di oscurità, al punto in cui fa la differenza che ha disegnato l’incredibile Hulk come Gray (la sua prima incarnazione) e che in seguito lo ha reso Green.

Basta prendere il caso di Superman. Un giudice federale ha diviso parti chiave della mitologia. DC Comics e il suo genitore Warner Bros. Controlla ancora molte parti chiave della trama sviluppate dopo il suo debutto nel 1938, come la capacità di volare, Kryptonite e il carattere di Lex Luthor di Superman, per non parlare dei diritti e dei marchi internazionali.

Ma gli eredi del co-creatore e scrittore Jerry Siegel, secondo un’opinione del 2008 di U.S. Il giudice del tribunale distrettuale Stephen Larson, ha una pretesa su cose come il distintivo bodina blu di Superman, un mantello rosso e gli stivali, la sua capacità di saltare edifici alti e respingere proiettili e di correre più veloce di una locomotiva, nonché di altri significativi Aspetti delle sue origini. E c’è ancora l’altro pezzo del puzzle: gli eredi del co-creatore e artista Joe Shuster, il partner di Siegel, stanno cercando di recuperare la loro parte del copyright dal 2013 e, se lo fanno, che potrebbero dare Le due famiglie hanno voce in capitolo nell’uomo d’acciaio.

A parte una versione radicalmente immobiliare di Superman, una parte potrebbe avere difficoltà a sfruttare il personaggio senza la collaborazione dell’altra. Come la professoressa della Columbia Law School Jane C. Ginsburg lo dice, “ ciò che questo significa veramente è che Warner Bros. E gli eredi possono ostacoli a vicenda.”

Un’altra causa, presentata dalla tenuta dell’artista Jack Kirby l’anno scorso, prevede un’ampiezza molto maggiore di materiale: sono alla ricerca di proprietà o comproprietà in dozzine di personaggi controllati da Marvel Entertainment, tra cui Spider-Man, The Incredible Hulk, Iron Man, Iron Man e i fantastici quattro. La Marvel e il suo nuovo genitore aziendale, Disney, stanno sfidando le affermazioni e potrebbe finire in una lunga resa dei conti in tribunale.

Per gli studi, il loro più grande nemico potrebbe non essere Marc Toberoff, l’avvocato aggressivo che rappresenta gli eredi e le ripetizioni di Shuster, Siegel e Kirby Estates, ma il calendario. Al centro dei casi c’è una disposizione di una revisione del 1976 del Copyright Act che dà ai creatori e ai loro eredi la capacità, in determinate condizioni, di recuperare la proprietà dei personaggi dopo un passare del tempo, indipendentemente dal fatto che avessero assegnato i loro diritti su Ad un certo punto della loro carriera.

A proposito, possono interrompere la loro precedente concessione di diritti dopo la scadenza del termine originale di copyright di 56 anni. Ci sono un certo numero di avvertimenti, il principale tra questi che non si applica alle opere “ Made a noleggio, ” che è al centro della difesa per molti editori e studi. Si applica anche alle opere prima del 1978.

Poiché così tanti personaggi furono creati nell’era del boom del dopoguerra degli anni ’50, quando c’è stata un’esplosione di creatività per soddisfare il pubblico di giovani e adolescenti, gli studi sono destinati a lottare con proprietà ed eredi per gli anni a venire.

Semmai, vogliono chiarezza.

“ queste sono persone incredibilmente intelligenti, ” dice l’avvocato Carole Handler di Lathrop & Gage, specializzato nell’area, avendo rappresentato le società di media. “ Hai persone che capiscono questi problemi che gestiscono gli studi. Vogliono sentirsi a proprio agio, poiché stanno realizzando un film, che sono la festa che ha il diritto di sfruttare un personaggio.”

Ma c’è un’altra disposizione del Copyright Act che si complica ancora di più la capacità degli studi di capitalizzare sulle opere del passato. Tale disposizione consentirà ai creatori di lavori su o dopo gennaio. 1, 1978, termina gli affari (con alcune restrizioni) in cui hanno trasferito la proprietà del materiale che hanno creato a un’azienda. Ciò è probabile che questo scatenerà “ un diluvio di avvisi di risoluzione da parte degli artisti che cercano di riguadagnare i diritti precedentemente concessi a etichette registrate, editori di libri, agenzie pubblicitarie e altri proprietari di contenuti, ” Gli avvocati James Trigg e Sabina Vayner hanno scritto in un recente articolo su Law Technology News.

Ciò è stato particolarmente vero per i cantautori e dovrebbe creare attrito con etichette discografiche che dipendono dallo sfruttamento dei vecchi. (Boomer, prendi nota: il ’ 70s sono ben all’interno di quella categoria.)

Ma per il momento, i personaggi dei fumetti sono in prima linea nella rissa legale, in parte perché arriva proprio nel momento in cui gli studi stanno estraendo il passato per fortune in franchising.

Le storie decennali di creatori di fumetti che vendono i loro diritti per una miseria sono roba da tradizioni per i fan. Allo stesso modo, le macchinazioni legali stanno rapidamente raggiungendo una narrazione avvincente. Ad esempio, Siegel e Shuster hanno creato Superman a metà-’ 30 anni e hanno venduto i diritti alcuni anni dopo, ansiosi di pubblicarlo e successivamente hanno firmato accordi di regolamento con i fumetti di DC che hanno ribadito la società di diritti della Società. Riposti dall’avvocato Toberoff, gli eredi di Siegel sono stati in grado di riconquistare il copyright to Action Comics no. 1, pubblicato nel 1938 e altre prime strisce e fumetti. “ il nome di Superman, il suo alter ego, i suoi compatrioti, le sue origini, la sua missione di servire come campione degli oppressi o delle sue eroiche capacità in generale, non rimangono all’interno di [DC Comics e Warner Bros.’] unico possesso per sfruttare, ” Larson ha scritto nella sua decisione. DC Comics e Warner Bros. sono attraenti sentenza di Larson e sfidano anche gli sforzi di Shuster Estate per ottenere diritti nel 2013.

L’ultima svolta nel caso Superman è arrivata a maggio, quando Warner Bros.’ New Legal Team, guidato da Daniel Petrocelli, ha intentato causa contro ToBeroff sostenendo di aver lottato per aver lottato negli eredi ’ ha rivendicato i diritti per se stesso e che aveva essenzialmente avvelenato gli studi ’ Rapporti con gli eredi per ottenere il proprio controllo sui diritti d’autore.

Toberoff lo nega, chiamando le spese “ tattiche di grondaia ” Progettato per intimidire gli eredi nei diritti di vendita che hanno riconquistato a “ un prezzo in difficoltà.” Ha assunto Richard Kendall, un avvocato di spicco che ha rappresentato importanti studi e reti, per rappresentarlo.

La tuta riflette quanto sia diventata la battaglia combattuta e quanto sia intenzionato lo studio nel chiarire la strada per i futuri progetti di Superman dopo il 2013. Warner Bros. ha cercato di allineare il talento chiave per portare un progetto Man of Steel da terra molto prima di allora.

The Kirby Heirs ’ Le pretese contro la Marvel e la Disney aumentano gli intrecci ancora maggiori.

Lo scorso settembre, subito dopo che Disney ha concluso un accordo per acquisire il gigante comico, Toberoff, per conto degli eredi di Kirby, ha inviato 45 avvisi di terminazione del copyright in Marvel, Disney e altri studi che hanno usato i personaggi (film, TV, tema- attrazioni del parco, ecc.), con alcuni dei suoi diritti recuperati già nel 2014.

Sono inclusi personaggi che Kirby ha creato o co-creato tra il 1958 e il 1963, come The Fantastic Four, X-Men, Iron Man, Spider-Man, The Incredible Hulk, Thor e The Avengers, ma anche il lavoro in più di 200 fumetti.

Quando sono apparse le opere per la prima volta, il paesaggio per i fumetti era molto diverso. Come puntano gli eredi
Nel loro seme, il predecessore della Marvel, Atlas Comics, aveva un piccolo ufficio e stava facendo una dura prova di esso. In parte a causa delle preoccupazioni del governo a metà degli anni ’50 sulla delinquenza minorile e un sistema di autocensura tramite l’autorità del codice dei fumetti, vi fu una grave contrazione nel business e molta pressione per elaborare qualcosa di nuovo.

In quanto tale, gran parte della controversia nel caso Kirby ha a che fare con il modo in cui ha prodotto il suo lavoro per la pubblicazione. Marvel afferma semplicemente che era un “ funzionare a noleggio, ” negare i suoi eredi ’ sforzi per riconquistare il copyright.

James W. Quinn, che rappresenta la Marvel, prevede di presentare una mozione per il giudizio sommario in seguito alla fase di scoperta. “ questo non è il caso Superman, ” lui dice. “ questo è il più chiaro possibile che questi sono opere fatte a noleggio.”

Gli eredi, tuttavia, affermano che Kirby ha lavorato “ esclusivamente su base freelance da sua casa, ” e non è stato pagato uno stipendio o un salario fisso.

Ogni caso è così intricato, anche la definizione di “ lavoro a noleggio ” è stato in discussione. C’è il caso di Captain America. Joe Simon e Kirby furono elencati come autore il primo fumetto di Captain America nel 1940 e Simon Long contese la proprietà del personaggio fino a quando non fece un accordo con la meraviglia nel 1969, affermando che era davvero un lavoro a noleggio.” Ma era prima della revisione del Copyright del 1976. Mentre Simon in seguito ha cercato di riconquistare il copyright, ha sostenuto che il suo accordo di transazione non era più valido e nel 2002 la 2a Corte d’appello del Circuito ha concordato con lui. Il loro ragionamento: non puoi solo dire che qualcosa è a “ funzionare a noleggio ” Dopo il fatto, se ci sono prove che non è.

Alla fine, Simon si stabilì con la Marvel.

La domanda ora è se molte delle cause attuali saranno risolte o se rappresenteranno minacce significative a lungo termine alla chiarezza della proprietà per i personaggi.

L’intento della revisione del 1976 del Copyright Act era quello di offrire ai creatori l’opportunità di condividere i frutti delle loro creazioni dopo aver raggiunto il loro pieno potenziale. La logica era che era fin troppo comune per gli artisti desiderosi, ansiosi di pubblicare il loro materiale, di firmare i diritti per pochi soldi così presto nella loro carriera.

Anche così, come dimostra il contenzioso, rivendicando la proprietà tramite il Copyright Act non è facile come servire e raccogliere i premi. Ci sono una finestra di cinque anni per farlo, e i tribunali sono stati gli attacchi a seguire la lettera della legge.

Gli eredi di Edgar Rice Burroughs, per esempio, hanno cercato di riconquistare i loro diritti a Tarzan nel 1978. Ma secondo una decisione della Corte d’Appello del 2 ° Circuito nel 1982, ciò non ha potuto impedire a MGM di sfruttare il personaggio perché gli eredi, nel loro avviso di risoluzione, non hanno incluso le richieste di proprietà su cinque storie di Tarzan. Le questioni erano lungi dall’essere risolte e persino in un parere concorrente, il giudice Jon O. Newman ha accennato alla prospettiva di duello versioni di un personaggio.

“ Il risultato è che una vittoria degli eredi in tribunale si tradurrà in spese di licenza più elevate e royalties per quegli eredi, ” afferma Jack Lerner, assistente professore di diritto dell’USC e direttore della scuola intellettuale di proprietà e tecnologia della scuola. “ e si tradurrà in più controversie e spese legali per entrambe le parti.”

Spesso perso nel groviglio legale è il motivo dell’autore o del creatore.

Come dice il professor Ginsburg della Columbia, “ L’idea del diritto di risoluzione non è quella di distruggere il modello di business dello sfruttatore intermedio; È per dare all’autore la possibilità di fare più soldi dal lavoro.”

Le implicazioni per i casi sono, alla fine, di più di chi ottiene cosa. Si tratta di come, quando e in quale forma vengono visti i personaggi.

Gli studi hanno indubbiamente padroneggiato la consegna di supereroi al pubblico di massa, in modi che i loro creatori non avrebbero potuto immaginare.

“ questo è quello che hanno fatto, ” NOTE HANDLER, che ha anche insegnato una lezione presso USC su personaggi e copyright. “ hanno anni di esperienza nello sfruttamento di questi personaggi e nello scoprire le cose. Probabilmente è molto più nell’interesse pubblico che continuano a farlo.”

Il consumatore, dice, ha anche un interesse nel vedere gli eroi in ulteriori avventure.

“ Hai a che fare con tale riconoscimento mondiale e persino una forma di comunicazione internazionale, in ciò che questi personaggi portano al mondo.”

________________________________________________________

Super diviso

Con gli eredi dei creatori di “ Superman ” Reclamare il copyright, la proprietà delle parti chiave della mitologia del personaggio può essere divisa.

Un giudice del tribunale distrettuale federale nel 2008 ha già stabilito che la proprietà del co-creatore Jerry Siegel ha riconquistato la sua quota di diritti d’autore su Action Comics NO. 1 e altri primi fumetti e libri, mentre DC Comics mantiene ancora altri elementi della sua storia e dei diritti e dei marchi internazionali. La tenuta del co-creatore Joseph Shuster sta cercando l’altra quota di quei primi lavori.

Basato sulla decisione del giudice, qui e#8217; è un campionamento di come la proprietà si sta scuotendo:

Siegel e Shuster Estates: Origini di Superman da un altro pianeta; il suo body blu, il mantello rosso e gli stivali; La sua capacità sovrumana di saltare edifici alti, respingere i proiettili e correre più veloce di una locomotiva

DC Comics e Warner Bros.: Abilità di volare di Superman, personaggi Lex Luthor, Jimmy Olsen, Generale Zod e Brainiac, Kryptonite

Lascia un commento