Su tutta la mappa

Dai numeri

Che cosa: 27th Montreal World Film Festival
Quando: Agosto. 27 settembre. 7
Numero totale di film: 439
NO. di film: 224
NO. di film di media lunghezza: 21
NO. di pantaloncini: 174
Paesi rappresentati: 68
World and Int ’ l Premiere: 115
Premiere nordamericane: 58
Premiere canadesi: 34
Primi caratteristiche: 72
Ragnatela: www.FFM-Montreal.org

Montreal — La 27a edizione del Montreal World Film Festival avrà una prospettiva più globale di prima.

Ma il modo in cui il presidente del festival Serge Losique lo vede, i cambiamenti riguardano il riaffermazione del mandato originale di Maverick Canuck Fest: per mostrare le migliori foto d’arte da tutto il mondo.

“ Nel riorganizzare le nostre sezioni secondo le regioni geografiche, volevamo enfatizzare il pubblico e il settore l’importanza che attribuiamo all’aspetto internazionale del nostro festival e sulla nostra missione per riflettere e sostenere i cinema di tutti i continenti, e #8221; Dice Losique. “ Avevamo già dedicato sezioni in Canada, in America Latina e, più recentemente, in Africa. L’evoluzione naturale era espandere questo concetto per includere tutti i continenti.”

Ottenere con il programma

Il festival di quest’anno ha costruito i suoi programmi sulla geografia, con categorie per Europa, Asia, Africa e Oceania. La sezione delle Americhe è suddivisa in categorie per il Canada, gli Stati Uniti e l’America Latina. Ci sarà anche una sezione chiamata Documentari del mondo.

Il pubblico voterà per il loro film preferito in ogni categoria, con i vincitori che ricevono Golden Zenith Awards.

I KUDO avevano originariamente destinato ad avere premi in contanti allegati, ma il premio in denaro è diventato un punto di polemiche all’inizio di quest’anno quando due vincitori del premio dello scorso anno hanno dichiarato a giugno che non erano stati pagati.

Il cileno Helmer Raul Ruiz aveva vinto il premio Glauber Rocha per il film latinoamericano per “ cileno Rhapsody ” e Helmer tunisino Raja Amari per il film africano per “ Satin Rouge.” Entrambi i premi dovevano venire con C $ 25.000 ($ 18.200) in contanti e il festival li ha pagati a luglio.

Poco dopo, il festival ha annunciato che non ci sarebbero stati premi in contanti allegati agli zeniti d’oro.

Diverse precedenti categorie di festeggiano sono state ritirate, in particolare il cinema di oggi, il cinema di Tomorrow e i film per la televisione, ma due sezioni chiave di Montreal rimangono sostanzialmente invariate. L’evento principale rimane la competizione — Ora ribattezzato il concorso mondiale — Con una giuria internazionale che si prepara a distribuire una serie di premi, incluso il Grand Prix delle Americhe per il miglior film. Ci sarà un premio per il miglior primo film, deciso da una giuria di quattro persone che sarà diretta quest’anno dall’Helmer iraniano Samira Makhmalbaf.

Il festival mantiene anche la sezione di cavalli non concorrenti per film di alto profilo di registi affermati che hanno già gareggiato in feste come Cannes e Berlino.

La competizione Montreal di quest’anno includerà come selezioni di apertura-notte “ Gaz Bar Blues ” da Montreal Helmer Louis Belanger (“ Post Mortem ”), la storia di un ragazzo che gestisce una piccola stazione di benzina; Helmer russo con sede a Los Angeles Vladimir Alenikov ’ S “ The Gun (da 6 alle 7:30 p.M.), ” che segue la vita di un’arma da fuoco; e “ uomini francesi, ” Una foto del primo direttore del direttore Marc Esposito su quattro uomini di mezza età.

Altri film ambientati a Montreal includono Helmer italiano Gabriele Salvatoris ’ S Miramax Release “ I ’ M non spaventato, ” Mark Rucker ’ S Sundance Entry “ die Mommie Die, ” Gus van Sant ’ s Palme D ’ o vincitore “ Elephant, ” e Bobby Roth ’ S “ Manhood, ” che interpreta Nestor Carbonell, Janeane Garofalo, John Ritter, Tom Arnold, Bonnie Bedelia e Anthony Lapaglia.

Il festival avrà anche omaggio a Helmer Martin Scorsese, che è attualmente in città sparando “ The Aviator ” con Leonardo DiCaprio; L’attore svedese Erland Josephson; e il produttore Hot Canuck Denise Robert (“ The Barbarian Invasions ”).

Negli ultimi anni, il festival è diventato una vetrina importante per il cinema del Quebec nostrano. Guy Gagnon, presidente del distributore cinematografico del Quebec Alliance Atlantis Vivafilm, ha affermato che il Montreal Fest rimane un buon posto per promuovere il cinema del Quebecois.

“ It ’ è un grande pad di lancio, ” disse Gagnon. “ guarda cosa abbiamo fatto l’anno scorso con (film di apertura della notte) ‘ La Turbulence des Fluides.’ Può anche essere buono per il cinema francese e altri film europei. ‘ Life is Beautiful ’ Presentato in anteprima lì e abbiamo fatto numeri enormi con quello qui in Quebec.”

Lascia un commento