Sony ripristina i servizi online asiatici

Tokyo — Venerdì Sony ha annunciato che ripristinerà la sua partita online di PlayStation Network e la musica Qriocity e i servizi di streaming di immagini in gran parte dell’Asia sabato, più di un mese dopo che un attacco di hacking ha costretto un arresto.

I servizi torneranno in campo in Giappone, Taiwan, Singapore, Malesia, Indonesia e Thailandia il 28 maggio, con solo la Corea e Hong Kong lasciati ancora in limbo.

Sony ha rafforzato le sue misure di sicurezza dei dati, tra cui un firewall più forte e una protezione da password, nonché istituire un monitoraggio più approfondito per individuare qualsiasi comportamento sospetto simile a un hacker.

Una settimana dopo aver scoperto un’intrusione nella rete PlayStation e nei database Qriocity a metà aprile, Sony ha chiuso entrambi i servizi il 21 aprile, Giappone Time. La società in seguito ha scoperto che varie violazioni avevano esposto i dati di quasi 100 milioni di utenti, anche se non ha ancora scoperto la prova che i dettagli della carta di credito sono stati fatti scorrere. Anche la Sony non ha ancora smascherato gli hacker o perplesso i loro motivi.

I due servizi sono già stati riportati online in Nord America, Europa, Medio Oriente, Australia e Nuova Zelanda.

“ Ci scusiamo profondamente per l’enorme preoccupazione e inconveniente che abbiamo causato ai nostri clienti in Giappone e nella regione asiatica dalla lunga interruzione del servizio e dalla possibile perdita di dati personali dall’accesso non autorizzato, ” Sony Veep Kaz Hirai ha dichiarato in una nota.

Sony darà a quei clienti omaggi a titolo di scuse, tra cui PlayStation 3 e PlayStation Games, e 30 giorni di accesso aggiuntivo al pacchetto di servizio PlayStation Plus per gli utenti registrati.

L’intero costo del fiasco per Sony dovrebbe superare i $ 170 milioni quest’anno fiscale.

Lascia un commento