Silvio Fury dopo condanna per frode

Roma — Silvio Berlusconi ha reagito alla sua condanna in un caso di frode fiscale riguardante gli accordi dei diritti televisivi con gli studi di Hollywood minacciando di far cadere il governo dell’Italia.

Il fumante miliardario di 76 anni ed ex primo ministro ha dichiarato di poter ritirare il suo sostegno dall’attuale primo ministro Mario Monti, un giorno dopo che il tribunale del Milano gli ha condannato una pena di quattro anni venerdì. Berlusconi sta facendo appello al verdetto.

Durante un presettiere di Milano Berlusconi si è scagliato contro i giudici che lo hanno condannato, chiamandoli dittatori di sinistra e ha detto che avrebbe deciso nei prossimi giorni se il suo partito PDL di centroestro, il più grande del Parlamento, avrebbe dovuto uscire dal governo.

La prospettiva che Berlusconi, in modo infuriato il toro, possa causare il rovescio della mano, ha i commentatori spaventati.

“ il danno sarebbe enorme, ” ha detto Stefano Folli, editore del Daily Italo Financial Daily IL Sole 24 ORE di domenica, citando “ Ansiety International ” e A “ General Screditing ” dell’Italia tra le conseguenze.

La Corte ha dichiarato che Berlusconi colpevoli di usare le società offshore per acquistare diritti TV su circa 3.000 film da studi, tra cui Paramount e Fox, a prezzi gonfiati tra il 1995 e il 1998 per eludere le tasse e creare un fondo di fango.

La Corte ha anche condannato il produttore e agente di vendita con sede a Hollywood Frank Agrama, che presumibilmente ha negoziato la maggior parte di questi accordi. Agrama, che afferma di innocente, non servirà il carcere grazie a un’amnistia italo su condanne di tre anni o meno.

La stessa amnistia si applica in parte a Berlusconi, riducendo la sua condanna a quattro anni a un anno. È improbabile che andrà in prigione a causa della sua età e del lungo processo di ricorso, che probabilmente superarà lo statuto delle limitazioni.

Anche il tribunale ha ordinato €10 milioni ($ 12.96 milioni) danni da pagare da Berlusconi e dai suoi co-imputati alle autorità fiscali Italo.

Secondo il tribunale, il dirigente che gestisce gli accordi fraudolenti sul nome di Berlusconi fu l’ormai deceduto Carlo Bernasconi, l’ex prexy di Berlusconi, l’unità cinematografica, Medusa, Medusa.

Il CEO di Mediaset Fedele Fedele Confalonieri è stato assolto.

Berlusconi annunciò che si stava ritirando dalla politica pochi giorni prima del suo verdetto di colpevolezza.

Sabato, in un brusco faccia a faccia, ha annunciato di essere “ restare in gioco.”

Ciò non significa che cercherà di gestire di nuovo il paese — La sentenza ha vietato Berlusconi di ricoprire cariche pubbliche per cinque anni — ma esercirà il potere, come lo ha detto.”

Ha a lungo affermato di essere vittima di persecuzione politica da parte della magistratura locale.

Questa è la prima condanna di Berlusconi in una serie di prove che gli hanno fatto guadagnare il soprannome del “ Teflon Don, ” A causa della sua capacità di evitare la condanna durante il suo periodo in carica.

Mentre è troppo presto per valutare l’impatto del verdetto su Mediaset, che è colpito da una recessione pubblicitaria a due cifre e dalla frammentazione del pubblico televisivo, ciò che è chiaro è che i legami tra italia È improbabile che il gruppo di trasmissione e il suo più grande stakeholder siano vantaggiosi in qualsiasi momento.

Lascia un commento