RIAA, Techs sigillerà l’affare

The Record Biz — Long Hollywood, un alleato staunch nella battaglia contro la pirateria digitale — dovrebbe rompere i ranghi oggi e annunciare un accordo di compromesso con la Silicon Valley.

Truce significa che il mondo della musica smetterà di cercare di costringere le aziende tecnologiche a costruire la tecnologia antipiratura nelle loro merci. Da mesi ormai, l’industria discografica Assn. d’America ha supportato la campagna dell’industria cinematografica per fare proprio questo.

Il nuovo patto, mediato dalla RIAA, segna un grande passaggio dalle condizioni quasi standosi tra i mondi di intrattenimento e tecnologia negli ultimi mesi, mentre ogni settore ha contento di proteggere i propri interessi sul mercato.

Secondo i termini del compromesso, i gruppi tecnologici, il Business Software Alliance e il progetto di politica dei sistemi informatici non supporteranno i crescenti sforzi legislativi per riaffermare un consumatore ’ S “ Fair Use ” Diritto di copiare la tariffa di intrattenimento nell’era digitale.

In cambio, la RIAA si riporterà a proprio supporto per la legislazione che renderebbe le attrezzature operative standard di tecnologie di protezione da copia incorporate su molti prodotti ad alta tecnologia, hanno detto fonti vicine alla situazione.

Evidentemente assente nell’accordo è l’Assn cinematografico. d’America, che fino ad ora si è mosso in serio con il RIAA in materia di politica del copyright. Non è ancora chiaro perché l’org ha scelto di sedersi fuori dagli ultimi negoziati.

Lascia un commento