Regret Reging contro Wharf nel caso UIH

Hong Kong — Un giudice di Denver ha governato Wharf Holdings, la società madre di Wharf Cable, in disprezzo venerdì per non aver consegnato le attività all’operatore via cavo United Intl. Holdings (UIH).

E il giudice ha aggiunto che il molo sarebbe tenuto a pagare il 6% di interesse, raddoppia l’importo originale.

Ad aprile, una giuria ha assegnato a Denver $ 150 milioni di UIH dopo aver scoperto che Wharf aveva rinnegato un accordo orale del 1992 per vendere UIH il 10% di Wharf Cable.

Wharf, uno dei più grandi conglomerati di Hong Kong, sostiene che le società non hanno mai raggiunto un tale accordo.

Wharf ha fatto appello al verdetto, ma a ottobre un giudice ha ordinato a consegnare le attività della società detenute al di fuori della U.S. come sicurezza per il premio per il danno. Wharf non è conforme, il che ha portato alla sentenza del disprezzo.

Wharf ha chiamato l’ultima mossa “ sfortunato e soggetto a revoca.” La società sostiene che il caso non avrebbe dovuto essere ascoltato nell’U.S. e che un tribunale americano non ha il potere di costringere una società a consegnare attività detenute al di fuori della U.S.

“ Il risultato finale di questo caso, in particolare le questioni di giurisdizione e extraterritorialità potrebbe avere implicazioni a lungo termine per u.S. e le aziende di Hong Kong che desiderano fare affari insieme a Hong Kong in quanto diventerà un punto di riferimento legale, ” Wharf ha detto in una nota.

Wharf Cable, l’operatore del cavo solitario della città, è stato lanciato quattro anni fa e ha circa 390.000 abbonati, dandogli il 27% di penetrazione.

Stephen Ng, presidente e amministratore delegato del cavo.

Il costo dell’appello è a carico degli azionisti di Wharf. A maggio, Wharf ha modificato la sua dichiarazione di profitto per riflettere il costo della causa.

Lascia un commento