Push dei diritti digitali

Bruxelles — L’Unione Europea prevede di istituire un sistema per gestire i diritti digitali e ha svelato una serie di nuove misure giovedì. Come parte di una nuova spinta sul sistema europeo dei diritti digitali (DRMS), la Commissione desidera bloccare la copia illegale di CD, compensare direttamente artisti e altri detentori dei diritti, consentendo al contempo ai consumatori di sfruttare il pieno materiale che acquistano.

Oliver Blank, direttore generale dell’European Information, Communications and Consumer Electronics Technology Industry Assn. (Eicta), che rappresenta aziende in Europa tra cui Sony, Intel, Cisco Systems e IBM, Varietà quotidiana Quel regolamento deve essere urgentemente migliorato. “ questo è il modo migliore per garantire che gli utenti ottengano il meglio da nuovi contenuti digitali ricchi mentre i detentori dei diritti ottengono una forte protezione.”

Proteggere il lavoro protetto da copyright su Internet è una questione di vitale importanza in Europa e nell’U.S., con l’industria fortemente diviso su come implementare qualsiasi nuovo quadro di gestione. Il più grande ostacolo è come utilizzare la tecnologia che promuova la protezione e la distribuzione dei contenuti digitali su Internet.

I leader dell’UE considerano un DRMS per il blocco di 15 country come un’alta priorità. Il responsabile ufficiale del mercato unico europeo, Frits Bolkestein, ha sottolineato che “ ulteriori ritardi soffocerebbero l’innovazione e sprecherebbe un’enorme opportunità di mercato.”

Molte etichette discografiche, tra cui Universal, Warner, EMI, BMG e Sony, stanno già esplorando le tecnologie per limitare la duplicazione digitale dei CD.

Lascia un commento