Polanski ha offerto la testimonianza non salutata

Lo sforzo di Roman Polanski per prevenire l’estradizione è stato inflitto un altro colpo lunedì quando un giudice di Los Angeles ha respinto la sua richiesta di non salutare la recente testimonianza dal procuratore originale nel suo caso di cattiva condotta sessuale di 33 anni.

Il giudice della corte superiore Peter Espinoza ha dichiarato che il rilascio della recente testimonianza giurata dal deputato in pensione Dist. Atty. Roger Gunson dipendeva da Polanski tornando alla U.S. per un’audizione.

Gli avvocati di Polanski hanno affermato che la testimonianza di Gunson avrebbe rafforzato la loro discussione secondo cui il regista aveva già scontato il suo tempo. Sostengono che il giudice Laurence Rittenband nel 1977 ha inviato il direttore alla prigione dello stato di Chino per uno studio diagnostico di 90 giorni, ma in realtà era davvero un Guise, ” in quanto contava come la sua condanna, fintanto che gli avvocati coinvolti non lo hanno rivelato alla stampa o al pubblico. Eppure, dopo che Polanski è stato rilasciato da Chino dopo 42 giorni, Rittenband ha dichiarato di essere pronto a rinunciare all’impegno e il direttore è fuggito dal paese, gli avvocati di Polanski hanno sostenuto.

Polanski è stato in arresto domiciliare in Svizzera poiché le autorità decidono se estradarlo. I suoi avvocati hanno affermato che le informazioni della testimonianza di Gunson dovrebbero valutare la loro decisione, poiché sostengono che la punizione prevista di Rittenband non soddisfa la soglia per l’estradizione ai sensi dei termini di un trattato.S.

(L’Associated Press ha contribuito a questo rapporto. )

Lascia un commento