Piano digitale per essere universali

New York — Il topper di Mouse House Michael Eisner dovrebbe viaggiare a Capitol Hill il mese prossimo per collegare la legislazione sul punto di riferimento che costringerebbe il settore privato a escogitare uno standard universale per proteggere i contenuti nell’era digitale.

La legislazione, redatta da Sen. Ernest Hollings (D-N.C.), potrebbe in definitiva significare che le TV digitali, le scatole di set-top digitali, i computer e i giocatori di DVD avranno tutti la stessa tecnologia di sicurezza.

La legislazione potrebbe aiutare a rompere il logjam che sta impedendo il lancio di TV digitale, video su richiesta e altri nuovi servizi.

Hollywood è birichino per rendere disponibili le sue biblioteche nell’arena digitale, salvo una certa protezione da copia. Ma portare il lungo braccio del governo nel dibattito è probabile che suonerà campane di allarme nel settore dell’elettronica di consumo, tra gli altri gruppi.

Audizione di ottobre

Hollings, che presiede l’influente comitato per il commercio del Senato, è previsto per tenere un’audizione sulla sua legislazione sulla protezione della copia all’inizio di ottobre, con Eisner in cima alla lista dei testimoni, secondo i dirigenti di Entertainment a seguito della questione.

La legislazione, ancora da introdurre, darebbe al settore privato un anno per escogitare uno standard di sicurezza. Se si sta facendo progressi, un’organizzazione governativa nota come National Institute of Standards and Technology concederebbe un’estensione di sei mesi.

Se gli sforzi privati portassero a nulla, il governo creerebbe invece lo standard di sicurezza.

L’impero di Eisner sta conducendo la lotta per garantire che film e altre preziose programmi non si dirottano.

Assicurazione ricercata

In particolare, la Disney desidera garantire che la trasmissione esagerata verrà offerta una certa protezione da copia. Altrimenti, la casa del topo e altri studi concederanno la loro tariffa solo ai cabler, tagliando le emittenti fuori dal mix e quindi privando gli americani che si affidano alle orecchie di coniglio.

Bloccare un consumatore dalla copia della programmazione trasmessa è stato un argomento caldo dall’avvento dei dispositivi di registrazione domestica. Quando si impone le regole della strada nell’era analogica, l’U.S. La Corte Suprema ha deciso che i consumatori dovevano essere autorizzati a fare copie personali.

I conglom di intrattenimento affermano che queste regole ora necessitano di modifiche a causa della massima qualità della programmazione digitale, nonché della velocità e della facilità di trasmissione della programmazione su Internet.

Quest’estate, Warner Bros. e Sony Pictures Entertainment si è rotto dalle altre cinque major e ha firmato un accordo con i produttori di TV digitali che protegge solo la programmazione via cavo.

Hollings ’ Progetto della legislazione, una copia della quale è stata ottenuta da Varietà quotidiana, coprirebbe molto più terreno dei televisori digitali.

In sostanza, il conto offrirebbe protezione ai contenuti che viaggiano tramite tutti i tipi di veicoli digitali, incluso Internet. Ancora una volta, Disney e Fox hanno insistito sul fatto che la trasmissione illegale di programmi TV digitali su Internet sia impedita.

Per quanto riguarda la questione della registrazione della casa, il progetto di legislazione contiene un’importante concessione nel affermare che i consumatori non dovrebbero essere impegnati a fare una copia di una trasmissione in base alla trasmissione o via cavo di base.” è l’anima della ragionevolezza, ” ha detto un dirigente di Hollywood in riferimento al conto.

Non è chiaro quando Hollings introdurrà la legislazione — prima o dopo l’udienza.

Lascia un commento