Piano digitale boe b’caster

Washington — Le emittenti stanno diventando sempre più ottimisti riguardo alle prospettive di una proposta di bilancio congressuale che non solo consentirebbe loro di prendere in prestito miliardi di dollari di spettro TV gratuitamente, ma non vorrebbe anche effettivamente alcun termine per il suo ritorno.

I negoziatori di bilancio della Camera e del Senato stanno resistendo agli sforzi di Clinton Administration per addebitare l’affitto delle emittenti per l’utilizzo di un secondo canale TV per lanciare un servizio televisivo digitale.

Il Senato si sta anche muovendo verso la lingua proposta dalla Camera che quasi garantisce che la maggior parte delle stazioni televisive sarà in grado di trattenere i loro secondi canali fino a quando non oltre la scadenza del 2006 proposta all’inizio di quest’anno.

“ questo è ben curato, ” ha detto un lobbista di rete, aggiungendo, “ la maggior parte dei membri del comitato di bilancio e commercio si oppone alle commissioni e alla flessibilità di supporto (per restituire il canale analogico).”

L’amministrazione vuole che la nazione si converti in TV digitale di DEC. 31, 2006, in modo che i canali analogici possano essere recuperati e venduti all’asta.

Ai sensi dell’ultima proposta del Senato, la FCC avrebbe ricevuto un’ampia autorità per estendere la scadenza su base di mercato per mercato. Ad esempio, se una delle quattro principali reti non riusciva a ottenere un segnale TV digitale attivo e funzionante nel 2006, la FCC consentirebbe a ciascuna stazione del mercato di mantenere il suo canale analogico in onda.

La FCC sarebbe inoltre autorizzato a prolungare la scadenza se il 15% o più delle famiglie TV non si iscrive a un servizio televisivo multicanale che fornisce segnali televisivi digitali locali.

Il disegno di legge consentirebbe inoltre alle emittenti di mantenere i canali analogici fino a quando almeno l’85% del loro mercato non ha investito in televisori digitali o scatole di convertitore set-top. Sebbene la TV digitale dovrebbe essere uno dei prodotti di elettronica di consumo più popolari nel prossimo decennio, la maggior parte degli analisti del settore afferma che sarebbe un miracolo del consumatore se il tasso di penetrazione superasse il 50% nel prossimo decennio.

Lascia un commento