PGA vuole credito solo dove è dovuto

Hollywood — La Producers Guild of America lancerà una campagna PR la prossima settimana contro i produttori che prendono crediti immeritati su funzionalità e TV.

La campagna, che sarà svelata mercoledì 6 ottobre dalla prexy PGA Kathleen Kennedy, arriva dopo diversi anni di lavoro dietro le quinte della Org per finalizzare un codice di condotta dei produttori per combattere la proliferazione del credito.

Gli sforzi di PGA.

Ha modificato la politica per i premi del 2004 esaminando il processo di qualificazione prima di annunciare le nomination chiedendo prima a Studios NOMS, quindi inviando ai produttori ammissibili un modulo per dettagliare il lavoro svolto e chiedendo alla verifica di terze parti la verifica. Quando c’era una questione di credito, o se uno scrittore, direttore o dirigente della società di produzione è stato presentato per un credito di produzione, il reclamo è andato all’arbitrato da tre membri della gilda.

L’iniziativa PGA ’ s sui crediti è simile alla campagna in corso da parte dell’Accademia delle arti cinematografiche & Scienze. L’ACD ha deciso nel 1999 di limitare i produttori ammissibili per il suo Oscar per il film; Il PGA non ha limiti a quel numero per il suo kudo.

Il PGA ha attualmente circa 2.000 membri. Senza accordi di bargazione collettiva, il suo obiettivo è stato quello di affermarsi come sostenitore di tutti nel team di produzione, in particolare produttori di linee televisive e coordinatori della produzione.

Lascia un commento