Oz Gov non si schiera con i fornitori di Internet

I fornitori di servizi Internet di Sydney – Australia ’ s hanno ottenuto una vittoria dopo Sen. Richard Alston, il ministro delle comunicazioni federali, ha affermato che il suo governo conservatore non ha voluto vietare lo streaming video e audio da parte degli ISP con sede a Oz.

L’annuncio di Alston è arrivato dopo due settimane di intensi pressioni da parte dei fornitori di servizi Internet, che hanno avvertito che il flirt del governo nel vietare lo streaming video potrebbe mettere a repentaglio $ 2 miliardi ($ 1 miliardi ($ 1.2 miliardi) in investimento nell’industria Internet di Oz.

Come è comune con la politica dei media e la regolamentazione dei cambiamenti tecnologici in basso, il politicismo ha regnato supremo mentre il governo si prepara verso la legislazione per i nuovi media.

Dilemma digitale

Secondo le norme di conversione della TV digitale, le reti esistenti di Kerry Stokes, Kerry Packer e Canwest hanno ottenuto lo spettro digitale gratuito ma devono triplicare in HDTV, standard digitale e analogico. In cambio, c’è un divieto di nuove licenze televisive fino al 2008.

Lo spettro digitale rimanente verrà utilizzato dai cosiddetti datacaster, che possono fornire informazioni ai televisori; Per volere delle ragnatele, tuttavia, sono vietati dalla fornitura di foto in movimento di notizie, sport, drammi o commedie.

Questo ha portato News Corp. e Fairfax Publishing per abbandonare le loro prove del datacasting, affermando che le regole hanno reso impossibile stabilire attività commercialmente praticabili.

Lascia un commento