Ovitz Eyeing Polygram

New York — La gara per Polygram Holdings si è ampliata mercoledì quando due nuovi offerenti, tra cui un gruppo guidato dall’ex presidente dell’agenzia di artisti creativi Michael Ovitz, si è unito a Seagram Co. Ltd. il più possibile pretendenti per l’azienda.

Ovitz ha collaborato con due aziende di acquisizione a leva, Forstmann Little e Thomas H. Lee & Co., Per esplorare un’offerta, mentre si ritiene che un’altra grande società di acquisizione a leva a leva abbia collaborato con una banca di investimento per lavorare su un’offerta, hanno detto fonti. La sua identità non poteva essere appresa mercoledì scorso.

Il consiglio di amministrazione di Polygram ha dato il via al mercoledì per entrambi i nuovi gruppi per ottenere informazioni finanziarie e dati organizzativi sul gigante della musica e del cinema, hanno detto fonti, consentendo loro di analizzare l’economia di un’offerta. Polygram ha rifiutato il commento.

Seagram rimane ben avanzato nei negoziati, tuttavia, e si ritiene che sia fiducioso di concludere un accordo entro una settimana.

“ It ’ s un po ‘fluido, ” ha detto una fonte.

Wall Streeters ha avvertito che non viene fatto alcun accordo fino a quando tutti i dettagli non saranno finalizzati.

Ovitz nella fase iniziale

I dettagli dei piani di Ovitz non sono chiari. Le persone con conoscenza della situazione hanno affermato che il gruppo di Ovitz è in una fase molto precoce del suo lavoro, ma si ritiene che sia amichevole con il team di gestione esistente di Polygram, guidato dal CEO Alain Levy. Si pensa che Ovitz non sia interessato a svolgere un ruolo di gestione quotidiano.

Polygram rappresenta una grande opportunità per un dirigente come Ovitz, dato il suo business cinematografico in via di sviluppo e il suo enorme gruppo musicale. Gli avrebbe permesso di tornare a un ruolo su una scala che aveva mentre il presidente della Walt Disney Co. Ovitz non era disponibile per un commento, mentre un portavoce di Lee ha rifiutato il commento. Forstmann non ha risposto alle chiamate.

Mentre i nuovi giocatori stanno esplorando solo un’offerta a questo punto, il loro ingresso nella situazione sarà il benvenuto sia per Polygram che per il suo azionista del 75%, Philips Electronics, che ora hanno possibili alternative alla vendita a Seagram. Lo stock poligramma è aumentato di $ 1.Mercoledì da 25 a $ 53.

Dopo aver ricevuto un approccio da Seagram sull’acquisto di poligrammi, Philips ha dichiarato la scorsa settimana, stava rivedendo il suo “ Opzioni strategiche ” per la sua partecipazione in compagnia. Finora, tuttavia, Wall Streeters affermano che altre società di media hanno mostrato scarso interesse a competere con Seagram per l’azienda, che probabilmente costerà $ 11 miliardi.

Chi potrebbe essere in cima a Seagram?

Alcuni su Wall Street mettono in dubbio come le aziende LBO potrebbero montare un’offerta più alta di Seagram, che può unire il poligramma nei suoi studi universali Inc. e generare risparmi sui costi di almeno $ 150 milioni, stimano gli analisti. Tali risparmi sui costi significano che Seagram può permettersi di pagare di più.

Le aziende LBO di solito cercano di acquistare aziende in grado di generare rendimenti più alti della media per un periodo di cinque anni e alcune su Wall Street mettono in discussione ciò che può essere migliorato a Polygram per generare un ritorno così elevato.

Gli acquirenti di LBO dovrebbero probabilmente mettere almeno $ 5 miliardi in azioni per finanziare l’accordo, affermano gli analisti, con i prestiti bancari che coprono il resto del costo. Mentre la cifra azionaria da 5 miliardi di dollari è grande, non è fuori portata delle grandi aziende LBO, che hanno accesso a grandi somme di capitale.

Una fonte ha osservato che le aziende potrebbero raccogliere capitali extra dai loro investitori per finanziare un accordo come questo. Il mercato azionario in forte espansione ha notevolmente aumentato la quantità di capitale disponibile per le aziende LBO, che sono diventati frequenti acquirenti di attività in accordi mediatici negli ultimi due anni.

Lee ha investito in Livent

Forstmann Little non è noto come un acquirente di media, ma il Thomas Lee con sede a Boston ha investito in aziende come Broadway preoccupazione Livent Inc.

Lee è diventato vicino a Ovitz, dicono fonti, ed è stato coinvolto nella decisione di Ovitz di acquistare una partecipazione di controllo in Livent il mese scorso. Il preside di Forstmann Teddy Forstmann è stato vicino a Ovitz per un po ‘di tempo, e ci sono state voci a Wall Street quando Ovitz ha lasciato la Disney alla fine del 1996 che si sarebbe unito a Forstmann Little.

La presenza di Ovitz nell’offerta non sarà accolta dal Seagram. Ovitz era consulente del CEO di Seagram Edgar Bronfman Jr. Quando ha negoziato per acquistare Universal nel 1995, arrabbiando l’allora presidente della MCA Lew Wasserman e il CEO Sidney Sheinberg, che non sono stati consultati sui colloqui.

Ma l’offerta di Ovitz sarà incoraggiata da Polygram, in particolare, che ha un’agenda diversa da quella di Philips. Il consiglio di amministrazione di Polygram ha il dovere di assicurarsi che qualsiasi vendita sia giusta per tutti gli azionisti, Nota di Wall Streeters, mentre Philips ’ L’obiettivo principale è ottenere il miglior prezzo per la sua partecipazione.

Si ritiene che Philips abbia promesso a Polygram di cercare di lavorare in modo cooperativo, suggerendo che il conglomerato di elettronica olandese proverà a fare un accordo a beneficio degli azionisti pubblici che possiedono il 25% in sospeso. Per salvaguardare i suoi interessi, Polygram ha mantenuto Lazard Freres LLC mentre Philips è stato consigliato da Goldman Sachs.

Lascia un commento