Ottimista Crix ora incerto sul divieto

Motion Picture Assn. Il presidente dell’America Jack Valenti ha trascorso giovedì pomeriggio a dedicare del tempo a Los Angeles a gruppi scontenti per il divieto dello screener. Ma se quei gruppi entrassero nelle loro riunioni sentendosi ottimisti, non uscirono senza certezza di un cambiamento nella sentenza.

Il capo dell’MPAA ha incontrato i rappresentanti della stampa estera di Hollywood Assn., le associazioni di critici cinematografici IFP e di spicco.

“ Abbiamo presentato una proposta a Valenti che includerebbe tutti i gruppi di critici e le gilde, ” ha detto i critici cinematografici di Los Angeles Assn. Il presidente Jean Oppenheimer, che ha affrontato una delegazione che includeva il presidente della National Society of Film Critics Peter Rainer, tra gli altri. “ Dice che riporterà i nostri suggerimenti e idee agli studi e che lui e io dovremo parlare martedì prossimo.”

“ Hope Springs Eternal, che è un po ‘diverso da dire che I ’ m ottimista, ” Aggiunto Oppenheimer dopo l’incontro, che è durato più un’ora. LAFCA il mese scorso ha annunciato la sua decisione di annullare i premi annuali del cinema di Org quest’anno per protestare contro il Ban Screener MPAA, un passo che da allora è stato emulato dal Chicago Film Critics Assn.

I dirigenti di IFP di entrambe le coste, rispettivamente Dawn Hudson a Los Angeles e Michelle Byrd a New York, sono andati via sentendosi positivo dal loro incontro con Valenti, trovando la prexy MPAA attenta alle loro opinioni.

Valenti ha anche parlato con HFPA Prexy Lorenzo Soria, che ha caratterizzato l’incontro come “ una conversazione lunga e cordiale.”

Per quanto riguarda un cambiamento nello stato, ha detto Soria Varietà quotidiana, “ I ’ non è estremamente ottimista, ma c’erano alcuni suggerimenti che questa lunga saga non è completamente finita.”

Soria ha sottolineato che “ gli screener non sono un lusso o un vantaggio, ma uno strumento per evitare decisioni dell’ultimo minuto o incompleto ” nel voto. Ha proposto che un compromesso migliore, che riconosce le preoccupazioni della pirateria, è lasciare che le aziende decidano quali titoli vogliono inviare e a qualunque organo ritengano opportuno.

Valenti ha detto che se permette ad altre organizzazioni non ACAD di ottenere screener, apre le porte e che non può consentire una ripetizione del volume passato di migliaia di sceneggiatori inviati.

L’MPAA Topper ha anche permesso che, dopo questa stagione dei premi, vuole incontrare tutte le organizzazioni interessate per trovare soluzioni per sperare di soddisfare tutti.

Lascia un commento