Oscar Screener Copy trovata online

Los Angeles — Una copia della commedia romantica “ qualcosa che dà ” Questo è stato inviato a un elettore Oscar è emerso su Internet, spingendo una sonda dell’Accademia delle arti e delle scienze.

Funzionari dell’Accademia hanno detto lunedì di aver appreso la scorsa settimana della copia online non autorizzata del film con Jack Nicholson e Diane Keaton, che si è classificata al quinto posto nel conteggio del botteghino dello scorso fine settimana.

Lo sviluppo è stato una battuta d’arresto per la campagna anti-pirateria da parte dell’industria cinematografica e dell’Accademia. La Motion Picture Association of America, che rappresenta gli studi, l’anno scorso ha vietato la distribuzione del cosiddetto “ Screener ” DVD e videocassette sulle preoccupazioni per il bootlegging, ma in parte ha sollevato il divieto dopo le lamentele da cineasti, produttori e società di produzione indipendenti.

Gli studi hanno cambiato la politica in ottobre per consentire la spedizione di videocassette codificate solo agli elettori dell’Oscar Award. Un giudice federale a dicembre, tuttavia, ha concesso un’ingiunzione temporanea che solleva il divieto dello screener in una causa intentata da società di produzione indipendenti, che ha sostenuto che la politica li ha messi in svantaggio per i premi.

Gli studi hanno quindi inviato screener a migliaia di altri elettori di premi, tra cui gruppi come la Los Angeles Film Critics Association, la Screen Actors Guild e la Hollywood Foreign Press Association, che presenta i Golden Globes.

Il Los Angeles Times ha riferito martedì che i segni visibili e nascosti sulla copia della videocassetta su Internet lo identificano come quello inviato a Carmine Caridi, un attore cinematografico e televisivo che è apparso nel “ The Godfather: Parte II ” e televisione ’ S “ NYPD Blue.”

L’Accademia ha richiesto ai suoi 5.803 elettori dell’Oscar ammissibili di firmare i moduli promettenti di proteggere i loro nastri di screener prima che fossero ricevuti. Circa l’80 % degli elettori ha firmato e restituito i moduli.

Un estratto del modulo recita: “ Concordo a non consentire agli screener di circolare al di fuori della mia residenza o ufficio. Sono d’accordo a non permettere loro di essere riprodotti in alcun modo e di non venderli o di regalarli in qualsiasi momento. … Concordo sul fatto che una violazione del presente Accordo costituirà motivi per la mia espulsione dall’Accademia e potrebbe anche provocare sanzioni civili e penali.”

Il Times ha detto che Caridi, 69 anni, non potrebbe essere raggiunto per un commento. Il suo numero di telefono non è elencato.

Bruce Davis, il direttore esecutivo dell’Accademia, ha rifiutato di identificare il membro dell’Oscar che è stato indagato. Davis ha detto che è stata fatta una telefonata al membro che ha detto che avrebbe richiamato per spiegare la questione in modo più completo, ma il membro non ha mai fatto. L’Accademia ha inviato una lettera in cerca di una spiegazione su come la copia dello screener è finita su Internet, ma non ha ricevuto una risposta.

Sony Pictures Entertainment, la cui Columbia Pictures ha prodotto e distribuito il film, ha informato l’Accademia la scorsa settimana sulla copia dello screening online.

“ Abbiamo fatto tutto il possibile per garantire la gestione sicura di tutti i nostri screenici inviati ai membri dell’Accademia, ” Il portavoce della Sony Steve Elzer ha detto al Times. “ Siamo molto preoccupati per questa situazione e abbiamo consegnato tutte le informazioni pertinenti all’Accademia.”

I funzionari della Sony hanno dichiarato di decidere se perseguire un’azione legale una volta completata le indagini dell’Accademia.

Lascia un commento