Olmi per costruire “Cardboard Village”

Roma — Veterano Helmer Italo Ermanno Olmi, più noto fuori dall’Italia per la sua Palma di Cannes D ’ o vincitore “ The Tree of Wooden Ossals, ” è destinato a tornare al cinema narrativa con “ Il Villaggio di Cartone ” (The Cardboard Village), un ambizioso dramma di immigrazione multi-linguaggio.

Tra gli autori italiani più venerati, Olmi, 78 anni, aveva annunciato tre anni fa che il suo dramma “ cento unghie ” sarebbe stato il suo ultimo film e che stava tornando alle sue radici documentali.

Seguirono diversi docus, tra cui “ Terra Madre, ” Tribute al Global Slow Food Movement del Global Slow Food Movement, che non ha sportato all’inizio di quest’anno a Berlino.

Ma dopo che un recente Rethink Olmi tornerà presto a guidare un dramma, che dovrebbe iniziare a girare in Italia in ottobre. Lui e il produttore Luigi Musini stanno attualmente reclutando diversi attori internazionali noti per ruoli principali, ” Musini ha detto a Variety, sebbene il produttore mantenga la mamma sui nomi fino a quando non sono contrattuali.

Budget a $ 10 milioni, “ Cardboard Village ” girerà “ su un sacerdote che entra in contatto con un gruppo molto diversificato di immigrati clandestini, ” disse Musini.

“ Olmi tornerà con un film importante e molto tempestivo con portata internazionale che penso sarà una potente dichiarazione sulla dura realtà dell’immigrazione in tutto il mondo, ” Disse Musini.

“ Cardboard Village ” è prodotto da Musini Cinemaundici in associazione con il cinema RAI. Musini sta montando il progetto come coproduzione internazionale con colloqui con potenziali partner in diversi paesi attualmente in fasi avanzate, ha affermato.

Olmi ha scritto la sceneggiatura di Pic &#8217 con input dello studioso e autore italiano rinnovato Claudio Magris e il prelato prelato di alto rango Gianfranco Ravasi, che è presidente del Vaticano per la cultura del Vaticano.

Lascia un commento