Nets Storm Hill sugli affini

Washington — Le Big Four Networks vanno oggi a Capitol Hill per contrastare l’idea che siano il lupo grande e cattivo che cerca di inghiottire gli affini.

Il tempismo risulta opportuno per le reti per sostenere il loro caso. Martedì, la Federal Communications Commission ha annunciato che andrà avanti e ha realizzato un commento pubblico una denuncia controversa presentata contro le reti principali da oltre 600 affini ABC, CBS e NBC.

Le ad ampio raggio di reclamo accusano di essere armeggiate dai reti sulla programmazione e su altri affari aziendali e che solleva il limite della proprietà dell’emittente — che proibisce a qualsiasi emittente di raggiungere oltre il 35% del pubblico nazionale — peggiorerebbe le cose solo. Una corte d’appello federale a Washington d.C. è dovuto alla regola sulla questione entro la fine dell’anno.

CBS, FOX e NBC stanno lavorando furiosamente per farti ribaltare il cappello. Hanno ricevuto una spinta di fiducia all’inizio di quest’anno quando la stessa corte d’appello ha abbattuto un limite di proprietà via cavo nazionale.

ABC, CBS, NBC e Fox incontreranno POL e il personale dei comitati chiave che supervisionano l’industria dei media, il commercio e la magistratura. La divisione della rete televisiva NBC Prexy Randy Falco farà la maggior parte dei discorsi, secondo un dirigente che ha familiarità con la campagna di lobbying.

I dirigenti hanno affermato che lo scopo della visita di oggi al Congresso è quello di impressionare i legislatori che le reti non ottengono un giro gratuito e che gli affini fanno un sacco di soldi. Le reti spiegheranno le basi — compensazione, spazio, ecc.

“ non tutti i membri del personale (congressuale) hanno familiarità con la relazione. Metà non so che c’è anche un risarcimento. Stiamo facendo un briefing di una rete 101, ” Un lobbista netto ha detto.

Moderazione repubblicana

I grandi quattro dirigenti avevano sperato che la FCC, guidata dal nuovo topper repubblicano Michael Powell, sarebbe rimasta lontana dalla denuncia presentata contro di loro all’inizio di marzo dalle stazioni affiliate alle Networks Alliance (NASA).

Nell’annuncio dell’indagine della NASA martedì, la Commissione ha chiarito che gli Affi hanno ridimensionato la loro denuncia originale, che è stata presentata all’inizio di maggio. Inizialmente, la NASA voleva che la FCC punisse le reti, comprese le multe, se si trovavano in violazione. Ma all’inizio di questo mese, la NASA ha affermato che sarebbe soddisfatto se ci fosse semplicemente un’indagine pubblica, senza misure punitive allegate. La NASA non è stata raggiunta per un commento martedì.

Un lobbista di rete ha caratterizzato l’indagine FCC come benigna.

Lascia un commento