Netflix spinge la busta ma può ancora consegnare?

Hollywood — Netflix finirà come AOL o più come TiVo?

Questa è la domanda che si confronta con il pioniere del noleggio DVD online mentre affronta i costi in aumento, la più alta e il suo primo concorrente serio — Lancio di blockbuster ’. 11.

Netflix ha visto poche sfide nei quattro anni da quando ha trasformato il biz DVD eliminando le tasse in ritardo e i limiti di affitto con il suo servizio di ordine postale.

Da allora, è rapidamente cresciuto fino a oltre 2 milioni di abbonati e diventa un tesoro di Wall Street, con il suo stock in forte calo del 150% nell’anno che ha portato a metà luglio a metà luglio.

Ma le cose sono cambiate.

Rilasciando i suoi guadagni del secondo trimestre, Netflix ha affermato che a causa dell’aumento del costo della pubblicità su Internet, i costi di acquisizione degli abbonati aumenterebbero più del previsto e un aumento dei prezzi primaverili manterrebbe il suo tasso di piega a oltre il 5%.

La società è crollata del 28% il 16 a $ 23.02 e da allora è immerso al di sotto di $ 15, un minimo di quasi 52 settimane.

Per i pessimisti, Netflix potrebbe sembrare stranamente simile a una certa altra società tecnologica che ha trasformato il modo in cui i giovani professionisti abbondanti hanno consumato i media, ma poi appassio di fronte alla concorrenza: TiVo.

Nonostante sia diventato un nome familiare, le fortune di TiVo sono diminuite quando le compagnie via cavo hanno guadagnato terreno con versioni generiche delle sue capacità di registrazione digitale e Directv, il suo più grande partner, ha indicato che presto farà lo stesso.

Come TiVo, Netflix sta affrontando un concorrente più economico, Blockbuster, che ha lanciato il suo servizio per $ 2 in meno al mese e lo sta integrando con i negozi.

La società di noleggio dominante, che ha avuto problemi propri di fronte a vendite di DVD a buon mercato nei grandi negozi come Wal-Mart, sta spendendo $ 90 milioni in nuove iniziative, inclusa la sua impresa online. (Wal-Mart ha anche un negozio di noleggio online, ma non lo ha promosso e ha avuto un impatto limitato.)

“ questa attività non è semplice come sembra, ” osserva l’analista Dennis McAlpine di McAlpine Associates. “ ne vale la pena per Netflix prendere il più possibile di questo mercato prima che qualcun altro inizi a farlo bene.”

Reed Hastings, fondatore e CEO di Netflix, afferma che un confronto più appropriato di TiVo è l’America online, che ha aperto la strada al mercato di accesso a Internet dial-up e poi, grazie ad avere un prodotto migliore, ha respinto un’invasione del suo territorio da parte di Microsoft a metà & #8217; 90s.

L’ingresso di Blockbuster mostra che il noleggio online sarà una parte ampia e forse dominante dei noleggi nei prossimi cinque anni, ” Hastings dice della sua attività, che ha generato $ 280 milioni su $ 8.2 miliardi di affitti nel 2003. “ pensiamo che la nostra qualità di servizio sia così superiore che ci sentiamo a nostro agio come il nostro posizionamento.”

In definitiva, se Netflix diventa AOL o TiVo può dipendere dal fatto che i consumatori pagheranno di più per i suoi vantaggi nel tempo di inversione e nella selezione delle immagini indie o se vogliono semplicemente un modo economico per portare i DVD alla loro porta.

Lascia un commento