MPAA, 321 Studios Settled DVD

Washington — Pochi giorni dopo aver chiuso la propria attività, 321 Studios ha sventolato la bandiera bianca nella sua battaglia legale con il film Assn. dell’America.

Lo st. La società con sede a Louis ha risolto la sua battaglia legale di due anni con l’MPAA, accettando di pagare una tassa non divulgata agli studi e impegnandosi a cessare e desistere che vende software di copia DVD e di giochi per computer in tutto il mondo.

321 Studios hanno effettivamente preparato la spina sulla sua attività la scorsa settimana, annunciando sul suo sito Web che le ingiunzioni della corte ottenute dai principali studi per fermare la distribuzione del suo software avevano reso troppo difficile rimanere in attività.

“ 321 Studios hanno costruito la sua attività sulla premessa imperfetta che potesse trarre profitto dalla violazione degli studi cinematografici ’ diritti d’autore; I tribunali sono stati ampiamente chiari — Non c’è clemenza per violare le leggi federali sul copyright, ” Il topper MPAA Jack Valenti ha dichiarato in una nota. “ Ora che il software di copia illegale della società è fuori dagli scaffali dei negozi, in tutto il mondo, ci siamo trasferiti per risolvere questo caso.”

Gli avvocati per il fondatore dell’azienda Robert Moore non hanno immediatamente restituito chiamate in cerca di commenti. Anche l’MPAA non ha elaborato i dettagli dell’accordo, affermando solo che 321 fondatori dello studio hanno accettato di effettuare un sostanziale pagamento finanziario ” agli studi, che donano al programma di educazione alla pirateria dei consumatori del settore.

La controversia legale è iniziata due anni fa quando 321 hanno intentato causa contro diversi studi che cercavano un giudizio dichiarativo secondo cui il suo software di rattura del DVD era legale. Le compagnie cinematografiche sono controllate per il fatto che i pacchetti software della società hanno promosso la pirateria e violato il Digital Millennium Copyright Act.

La società ha affermato che i suoi prodotti hanno permesso ai consumatori di effettuare backup personali di DVD acquistati legalmente con un concetto legale sciolto noto come “ Fair Uso.”

Ma i tribunali non sono stati gentili con la difesa di 321 e#8217 finora quest’anno. La società ha subito diversi importanti colpi legali in quanto diversi tribunali hanno stabilito che i consumatori hanno il diritto teorico di fare copie per il proprio uso equo, ma 321 non ha potuto vendere strumenti che rompono la crittografia integrata.

Alla fine, la resistenza nei tribunali e le crescenti fatture legali hanno spinto 321 studi al tavolo degli insediamenti.

Lascia un commento