Move interno: Le Joie di essere anche un ran

New York — Mentre il Vivendi Universal Entertainment Auction-From-Hell svolge il suo atto finale in modo angosciante, risparmia un momento per l’elenco degli amanti ingannati.

John Malone, Marvin Davis E Kirk Kerkorian tutto si è inchinato dopo che la ditta francese volubile ha respinto le loro offerte per Vue.

Un disinteressato Barry Diller, La sua fallita offerta del 1994 per la Paramount ancora suonando nelle sue orecchie, è stata scacciata dalla box all’inizio e viacom; s#8217; Sumner Redstone ha dovuto guardare mentre le reti a cavo scelte erano penzolate sopra la testa ma sono rimaste fuori portata a causa dell’incapacità di Viv di rompere facilmente i pezzi Vue.

Comcast ’ s Brian Roberts ha rifiutato di giocare al gioco di spin di guerra Viv U, optando per non fare una scommessa dopo il corso di crash della sua squadra nella valutazione della compagnia mediatica.

Così sono uno qualsiasi dei perdenti “ il peggio per questo?

Diller, che molti credevano avrebbero avuto un ruolo chiave, per la seconda volta si è dilettato con un’acquisizione in studio ma se ne è andato. Tuttavia, si allontana sia con l’ego (il suo impero di e-commerce è in forte espansione) e il portafoglio (#8217; s Personal 1.La quota del 5% in VUE è garantita a $ 275 milioni) intatta.

Roberts ha giocato con prudenza e ora potrebbe desiderare più accordi di rete via cavo, se non una pepita ancora più grande come Disney. Allontanandosi dalla trappola Vue ha aumentato lo stock di Cabler, come ha fatto il Liberty Media di Malone. La holding con sede a Denver non ha mai avuto molta reputazione per la gestione e la società ha già le mani piene di opinioni per cavi malato all’estero e QVC.

Le aziende di private equity affamate sono pronte a sostenere Davis, MGM e Bronfman ora hanno buchi che bruciano denaro nelle loro tasche. E anche Davis viene lasciato seduto su un mucchio di pasta. Ma ha davvero il cuore o lo stomaco per inseguire un altro sogno di Hollywood?

Per MGM, perdere su Vue era probabilmente una perdita strategica e finanziaria. All’indomani, Kerkorian ha acquistato azioni MGM alla somma principesca di $ 16, riflettendo una valutazione multipla superiore alla valutazione U che il leone si è bloccato.

O sta acquistando le azioni per sostenere il valore poiché gli investitori si preoccupano della redditività, oppure forse il piano è di prendere MGM privato. Senza Vue, MGM deve ancora cercare un bullone di distribuzione o un acquirente interessato. Entrambi sono scarsi in questi giorni.

Anche gli ultimi due contendenti, GE e Edgar Bronfman Jr., sarebbe tornato in vita come prima — Edgar the Wandering Scion alla ricerca di una canzone e GE torna a Plastics — Se le loro offerte dovessero cadere piatte.

Dall’inizio di questa dolorosa saga di vendita, gli esperti hanno insistito sul fatto che Vue era un’acquisizione che nessuno doveva assolutamente avere. Forse è così, ma alcuni potenti grandi ego e libretti di controllo ora stanno facendo irruzione, i loro appetiti hanno senza dubbio stuzzicato per un accordo … Qualsiasi accordo.

Lascia un commento