Move all’interno: Giuliani in modalità di terzo termine

Con le elezioni che incombono a novembre, il sindaco di Gotham Rudy Giuliani ha detto mercoledì che la sua più grande preoccupazione ora è preservare “ The Unity ” della città su cui ha regnato per quasi otto anni. Ha detto che presenterà una proposta a tal fine ai tre candidati del sindaco emersi dalle primarie di questa settimana — e ha emesso una minaccia velata di poter cercare un terzo mandato se non lo avessero collaborato.

“ I ’ vado a vedere se possiamo essere tutti d’accordo su un approccio che ci consente di gestirlo nel migliore interesse della città, ” Ha detto ai giornalisti durante una conferenza stampa. Non avrebbe elaborato il piano, ma disse che era progettato per assicurarsi che la città fosse sicura e che tutti fossero “ sulla stessa pagina.”

La speculazione è stata preparata per giorni che Giuliani vuole cavalcare la sua nuova ondata di popolarità come “ America ’ S ” Sindaco in un terzo mandato, anche se New York ha un limite di due termini.

“ Sono aperto all’idea di farlo. Non so ancora il modo giusto o la cosa giusta da fare, ” Apparentemente Giuliani ha detto a Dan piuttosto che in un’intervista si trasmetta mercoledì sera su “ 60 minuti ii.” Durante la conferenza stampa ha detto che avrebbe potuto chiedere al legislatore statale di esplorare i modi in cui poteva cercare un terzo mandato, ma che egli preferisce elaborare un approccio unificato ” con i candidati.

I tre uomini che si avvicinerà sono il magnate dei media GOP Michael Bloomberg e Dems Marc Green e Fernando Ferrer.

All’inizio della gara, Giuliani aveva approvato Bloomberg, la cui campagna da 20 milioni di dollari ha gonfiato le casse delle emittenti di New York questo autunno.

Bloomberg ha schiacciato un Herrman Badillo sottofinanziato, l’unico altro candidato GOP, alle elezioni primarie martedì. Dems Marc Green e Fernando Ferrer affrontano un deflusso ottobre. 11. Si presumeva ampiamente che un democratico sarebbe stato il prossimo sindaco.

Tale assunzione è cambiata. La stessa primaria era oscurata dalla speculazione che Giuliani vuole restare.

Una città e una nazione riconoscenti, e un davidono letterman, hanno quasi canonizzato Rudy per la sua rassicurazione, controllo e umanità nel mezzo della tragedia e del caos senza precedenti. Svaniti sono i falsi disastri PAS e PR che hanno reso il suo regno tanto controverso come è stato elogiato.

I sondaggi dicono che un impressionante 40% dei democratici voterebbe per Giuliani Nov. 6 Se fosse possibile ottenere il suo nome sul voto.

Tuttavia, non tutti sosterrebbero quella mossa. Per quanto riluttanti come newyorkesi stiano scambiando Giuliani con uno sconosciuto proprio ora, un contraccolpo è iniziato nel momento in cui sembrava che potesse piegare la legge per rimanere in giro. Come ha sottolineato un editorialista, “ ricostruzione, rivolte, terremoti e inondazioni non hanno interrotto il ritmo democratico, ” e nemmeno l’attuale crisi.

Lascia un commento