Mooney esorta finisce di combattere con D.C.

Gli operatori della TV via cavo devono riparare le relazioni danneggiate con Washington se vogliono sopravvivere e prosperare, National Cable TV Assn. Il presidente James Mooney ha detto lunedì.

“ questa industria deve fare pace con il sistema politico, ” ha detto Mooney, parlando alla sessione di apertura alla Convenzione NCTA.

“ per quanto male o ingiustamente pensiamo che siamo stati trattati … Ci abbiamo dimostrato di essere aperti, generosi e costruttivi partecipanti al processo.”

Mooney ha ammesso che l’industria è in A “ Helluva Doxy Fix ” in d.C., Laddove il Congresso l’anno scorso ha approvato un massiccio disegno di legge di relegolamentazione e dove la FCC ha ordinato rollback della tariffa via cavo fino al 15% a livello nazionale.

Mooney ha detto che l’immagine offuscata via cavo può essere rinnovata. “ allungando, possiamo guarire qualsiasi cicatrici che sopportiamo al Congresso, ” Egli ha detto. “ in politica ci sono sempre il ‘ ins ’ e il ‘ outs, ’ Ma non ci sono permanenti ‘ outs ’ a meno che il ‘ outs ’ se stessi lo fanno così.”

Nonostante la richiesta di Mooney per un ramo d’ulivo esteso, il capo della NCTA non potrebbe resistere a un colpo sia al Congresso che alla Federal Communications Commission.

La fattura Rereg è andata oltre ogni ragionevole valutazione dei problemi di cavo, ” Mooney ha detto. La regolamentazione del tasso FCC è “ così complesso che potrebbe ancora strangolare nelle sue contraddizioni interne.”

Mooney ha invitato i dipendenti dell’industria via cavo a “ fare tutto ciò che è umanamente possibile ” nel sollecitare la FCC a “ dare un senso a quello che è uno schema normativo inquietante.”

L’enfasi, ha affermato Mooney, “ dovrebbe essere sulla vivibilità pragmatica ” con le regole FCC perché l’opportunità di evitare il dolore è scomparsa da tempo.”

Lascia un commento