Memo da Messier

Vivendi Universal la scorsa settimana mostrava segni di una crisi di identità tumultuosa.

Il quartier generale di Parigi di Canal Plus, la sua compagnia di pay TV, assomigliava al set di “ Les Miserables, ” Con i manifestanti che lanciano uova, dirigenti che lanciano epiteti e burocrati governativi che minacciano le indagini.

Come potrebbe accadere a una multinazionale importante come Viv u? I manifestanti non sono uova di lanciare uova a Rupert Murdoch o Sumner Redstone, sono?

Ma qui ’ s The Rub: tutti accettano News Corp. e Viacom per quello che sono. Molte persone non possono ancora capire cosa fare di Viv u — compresi gli investitori.

Sotto il duro Jean-Marie Messier (J2M, mentre si definisce in e-mail tra gli uffici), Viv U è un conglomerato mediatico globale in rapida crescita, a destra?

Ha ottenuto tutte le trappole di altri giganti dei media: le sue azioni stanno vendendo per il 50% del loro prezzo di due anni fa (come quelli di AOL Time Warner), il suo debito aziendale torreggiante ammonta $ 33 miliardi. Quindi si adatta al profilo multinazionale.

Ma Viv u è anche un’utilità d’acqua quotata in borsa. E Canal Plus è una forza importante nella cultura pop francese, finanziando l’80% di tutto il cinema gallico.

Se non credi al suo impatto, prova ad ascoltare le esplosioni della Francia, il ministro della cultura Catherine Tasca ogni volta che sospetta che Viv U si stia allontanando dalla sua missione.

I francesi vedono viv che trasportano la bandiera della cultura francese nei mercati globali, sfruttando così il “ Hollywoodization ” Questo è quasi solo film locali e TV soffocanti.

Beh, non proprio. Alcuni leader francesi vocali sospettano che la missione di Messier potrebbe essere quella di deviare le risorse francesi a Hollywood e forse anche di minare la “ eccezione culturale ” proteggere la Francia dal cosiddetto “ forze di mercato.”

Come dice l’economista, “ Messier incarna una collisione transatlantica di valori culturali che ha provato a lungo l’ansia in Francia.”

Messier esacerba che “ ansia ” in molte aree. Sposa i precetti di un’economia di mercato in una nazione che è altamente ambivalente con questa dottrina.

In un recente sondaggio di “ competitività aziendale, ” La Francia si è classificata al 25 ° posto nel mondo, secondo il muro St. Journal e il suo PNL pro capite è precipitato dal quinto posto al 12 ° in Europa negli ultimi dieci anni.

La campagna presidenziale in corso del Paese ha drammatizzato di nuovo lo stallo di stullificazione tra sinistra e destra.

In questo contesto, le tensioni tra disordini e lescure risuonano ampiamente.

Lescure è stato in cima a Canal Plus, essenzialmente un oligopolio della Pay TV, sin dalla sua fondazione del 1984 ed è fidato di artisti, cineasti e intellettuali casuali, nonché dallo staff dell’azienda. Un uomo affascinante e irriverente, Lescure ha resistito agli stereotipi come burocrate o zar media.

Ma Messier è stato nel caso di Lescure per quello che molti francesi considerano un problema banale: Canal Plus sta perdendo molti soldi, principalmente a causa di investimenti in qualche modo pelosi in Italia e in Polonia.

Ai tipici francesi che lanciano uova fuori dal canale più sede, queste critiche sembrano decisamente banali.

E se Canal Plus avesse perso $ 440 milioni l’anno scorso; Vivendi ha perso $ 11.8 miliardi dopo vari writedne. La divisione Pay TV sta semplicemente contribuendo con la sua quota alla pozzanghera dell’inchiostro rosso.

Inoltre, Lescure è una figura che conoscono e si fidano. Il Messianic Messier è ancora sconosciuto che aveva persino la temerarietà di trasferirsi a New York City nei suoi nuovi doveri.

La sensazione francese di avere una grande partecipazione nel risultato di questa lotta. Hollywood ha anche molto cavalcarci.

Universal sta ancora vivendo uno shock culturale, essendo passato dalla proprietà giapponese a canadese alla francese nel decennio. Lo studio piaceva a Lescure molto meglio di Edgar Bronfman Jr., Solo per trovarsi a fissare di fronte al primo disordinato e poi a Barry Diller.

Chiaramente i gerarchi in studio desiderano uno scenario finito, non revisioni di sceneggiatura costanti.

Ma una bozza finale potrebbe essere lenta nell’arrivo.

Nonostante le aspirazioni globali di Messier, la sua conglom è ancora molto una creatura della Francia, come gli eventi degli ultimi giorni gli ricordano. Il destino del suo sogno Viv u sarà influenzato non solo dalle forze economiche, ma anche da quelle culturali.

“ Messier vuole essere Silvio Berlusconi, ” un backer di lescure ha detto Varietà la settimana scorsa. Potrebbe essere così, ma avrà bisogno di molti più voti per arrivarci.

Lascia un commento