Mary-Louise Parker su Demian Bichir in “A Better Life”

“ Demian Bichir si muove attraverso Chris Weitz ’ S ‘ una vita migliore ’ come se fosse ponderato sott’acqua. Sembra combattere per qualsiasi leggerezza per sollevarlo in aria, gestindo come un uomo che cerca di muoversi più che una gravità semplice. Carlos è un immigrato illegale che cerca di fare una vita migliore negli Stati Uniti per il suo adolescente, armato di solo un’abilità per tendersi ai cantieri della classe superiore e un senso di decenza al confine con il superumano. Demian dà a Carlos una profondità che è lancinante da vedere, lo sforzo richiesto per aprire gli occhi si sente punibile, come se sapesse cosa ci aspetta, e piuttosto che fare un altro colpo essendo testimone di una nuova delusione, avrebbe presto fissato al terra. Qualsiasi briciolo di speranza è davvero elettrizzante da guardare, e Demian ci dà quei momenti dolcemente e appassionatamente come i momenti in cui combatte per la forza di alzarsi la mattina. Ci sono alcune scene strazianti in cui guardi un padre disintegrarsi; Sono scene che impressionano e ispirano, ma per me sono i tempi in cui Weitz lascia la telecamera su Demian, quando sembra non fare nulla, che mi toglie il respiro. In quei momenti è come se stesse cercando di far fermare il mondo, e quasi lo senti. Demian dà grazia a un uomo che sta aspettando che le cose vadano per la sua strada solo, e perché lo fa così magnificamente, aspettiamo con lui che trattiene quasi il respiro.”

Torna all’anteprima SAG

Lascia un commento