Lo sconto della Nuova Zelanda Dangles Prod “

Auckland — La Nuova Zelanda, che ha recentemente assegnato le interruzioni fiscali ai cineasti stranieri, sta penzolando una grande carota in contanti per attirare la produzione.

Lunedì il ministro dello sviluppo economico Jim Anderton ha annunciato che i cineasti torneranno un ottavo dei soldi che spendono qui.

Anderton aveva convocato una task force per esplorare i modi per mantenere lo slancio generato dal “ il Signore degli Anelli ” Trilogy e Tom Cruise Actioner “ The Last Samurai, ” che ha avvolto un lungo tiro ad aprile.

Quella task force ha ripetuto le chiamate effettuate da “ Rings ” Master Peter Jackson e Expat Kiwi Andrew Adamson (“ Shrek ”) esortando il ripristino delle agevolazioni fiscali. Adamson vuole tornare a casa per girare un film basato sui libri di Narnia di Brit Writer C.S. Lewis.

I funzionari del Tesoro si oppongono a tutti i sussidi del settore, ma lo schema di Anderton offre 12.5% di spese di produzione Grant a produzioni cinematografiche e televisive che spendono più di $ NZ50 milioni ($ 29 milioni) in Nuova Zelanda. Produzioni che spendono tra $ 8.75 milioni e $ 50 milioni si qualificano anche se tale cifra è almeno il 70% del budget.

Anderton ha descritto lo schema come un incoraggiamento ad attrarre e mantenere i benefici economici netti dell’hosting e della produzione di importanti progetti cinematografici e televisivi in Nuova Zelanda.

Il 12.Il 5% corrisponde a un incentivo offerto dall’Australia e la mossa è ampiamente vista qui come una risposta all’ansia che altri paesi fossero pronti a diventare più attraenti, in particolare con la crescente forza del dollaro del kiwi.

Lascia un commento