Liberty Global esce dal mercato giapponese

Liberty Global di John Malone ha accettato di vendere i suoi 37.8% di partecipazione in Giappone, il più grande Cabler, Giove Telecomunications (J: Com), a Telco KDDI per oltre $ 4 miliardi.

Si prevede che Liberty Global con sede in Colorado utilizzerà la capitale raccolta per finanziare ulteriori acquisizioni in Europa, dove è già il principale operatore via cavo.

A novembre, la società ha acquistato UnityMedia, il secondo più grande Cabler in Germania, per $ 5.2 miliardi. Opera anche in Austria, Belgio, Svizzera, Paesi Bassi, Irlanda, Polonia, Ungheria, Repubblica Ceca, Romania e Slovacchia, nonché Australia e Cile.

The J: Com Deal, annunciato lunedì, rende KDDI il più grande azionista del Cabler. Liberty Global venderà tutte le sue filiali che detengono J: Com e riceverà anche un dividendo finale di $ 5.50 per azione, soggetto ad approvazione presso la riunione degli azionisti J: Com a marzo.

Come parte dell’accordo, Liberty sta anche dissolvendo la sua joint venture con Sumitomo Corporation, LGI/Sumisho Super Media. In cambio, Sumitomo riceverà le azioni J: COM, mentre Liberty comprerà una partecipazione di minoranza in una delle filiali da vendere. L’accordo dovrebbe chiudere entro febbraio. 10.

KDDI ha conquistato una feroce competitiva con NTT, il Giappone numero uno Telco, in Giappone, il mercato dei cavi in fibra ottica. Dal 2006, ha acquistato Tokyo Electric e Chubu Electric, che ha anche offerto servizi di fibra ottica. Acquisando J: Com, che offre servizi via cavo, a banda larga e telefonica a livello nazionale, prevede di rafforzare ulteriormente la sua posizione visibile. Alla fine di dicembre, J: Com aveva 3.274.800 abbonati per un 3.4% di guadagno mese di mese rispetto all’anno precedente.

Lascia un commento