“Lettere”, vittoria “kooky” a Pilsen

Praga — Helmer Vaclav Kadrnka ’ s “ ottanta lettere ” ha condiviso il primo premio per il film con Jan Sverak, Kid Pic “ Kooky ” Sabato al Pilsen Finale Festival del film ceco.

“ ottanta lettere ” segue una giornata nella vita di una donna ceca che sta cercando di ottenere il permesso per se stessa e suo figlio a unirsi a suo marito nella U.K., dove ha disertato.

“ Kooky, ” Un mix live-action/animazione, parla delle avventure di una ricerca orsacchiotto per tornare a casa dalla discarica.

Il premio del pubblico è andato a Ondrej Trojan ’ S “ Card Identity, ” Un film sul rituale della rivoluzione pre-1989, quando ai 18 anni sono stati concessi ID ufficiali dalla polizia ceca.

Sebbene alcuni industrie confessassero di essere delusi dalla visione e l’audacia delle caratteristiche della concorrenza, una forte dimostrazione nei documentari ha impressionato gli AUD e le giurie, riflettendo un output più robusto in quel genere da parte di Helmers locali nell’ultimo anno.

“ le scelte più difficili, ” Di Dagmar Smrzova, che esamina le conseguenze dei bambini portanti con sindrome di Edwards, ha vinto il Kingfisher Golden nel Festa nella categoria Docus per la sua gestione di ciò che i giurati hanno chiamato il “ problema senza tempo di responsabilità per la vita.”

Miroslav Janek ’ S “ Andrej Krob sulla mossa ” ha vinto una giuria speciale per la sua “ prospettiva autentica ” Nella vita del direttore teatrale ceco a ruota libera, che ha organizzato l’opera di Vaclav Havel negli anni ’70.

La Fondazione Taborsky ha onorato altri due docus insoliti, Vit Klusak ’ S “ tutto per il bene del mondo e del nosovice, ” Informazioni sulla trasformazione provocata su una frazione ceca dall’arrivo di una pianta di auto Hyundai e Erika Hnikova ’ S “ sindaco matchmaking, ” La storia di un magistrato slovacco che cerca di abbinare le sue città.

Lascia un commento