Le valutazioni delle pix meritano una “A” per anacronistica

Memo a: Jack Valenti

DA: Peter Bart

Ora guarda cosa hai fatto, jack.

Ti sei offerto di scrivere a “ colonna ospite ” Per questo giornale che difende l’industria cinematografica del sistema di valutazione. Non sorprende che tu abbia mobilitato alcuni argomenti convincenti, pieni di citazioni di LBJ e attaccato il CWS (il “ Costanti Bioti ”) che si oppongono al tuo sistema.

In tal modo, tuttavia, sei riuscito a far sì che il CWS abbia infastidito: testimonia la diatriba di Roger Ebert e il fusillade dei membri del film di Los Angeles Critics Assn. Candidamente, alcuni dei tuoi argomenti mi hanno persino sfregato nel modo sbagliato, Jack, e questo non accade spesso tra di noi.

Ciò a cui si riduce tutto è questo: non importa come lo razionalizzi, il sistema di rating oggi è poco più che un artificio politico, e è difficile generare un terreno di entusiasmo. Da tre decenni ormai, il cosiddetto “ codice ” ha impedito agli Yahoos dalla cintura della Bibbia di creare i propri consigli di censura locale per imporre i loro sistemi di valori Neanderthal.

Ora, rivendichi anche altri vantaggi del sistema, Jack, ma mi univo al CWS a confutare questi. Allo stato attuale del sistema, penso che sia decisamente dannoso per il processo cinematografico.

Come Roger Ebert Sottolinea, ad esempio, la valutazione NC-17 ha dimostrato di essere un disastro più grande anche della vecchia X, costringendo modifiche assurde nei film d’arte legittimi — Da qui la decisione di “ alter digitalmente ” “ Eyes Wide Shut.” Sebbene tu sostenga che la censura del settore è “ volontario, ” Jack, a meno che non vengano fatti trim per ottenere un rating R, molti teatri si rifiuteranno di prenotarlo, i giornali hanno vinto il video. Che cosa è volontario su questo?

Ironia della sorte, la valutazione G non è andata così bene. Troppi bambini equivalgono G con “ Geeky ” e preferirebbe mostrare il loro macho intrufolando in un R — un’impresa che di solito è facile da realizzare. In effetti, lo sporco piccolo segreto del sistema di rating è che ha creato un culto del film R, come se questi fossero gli unici film che sono riusciti a sfuggire al rivestimento dello zucchero di Hollywood.

Quindi abbiamo i cineasti in tutta la città ossessionanti, non su come migliorare i loro film, ma piuttosto come ingannare il “ raters ” in una R o anche un PG-13. E abbiamo astulato produttori che escogitano modi per trasformare il loro NC-17 in una bonanza pubblicitaria prima di modificarli a una R, che hanno pianificato di fare da sempre.

È diventato un concorso di giochi, Jack; Non si tratta di fare film migliori o ridurre la violenza. L’intero processo è diventato sgradevole, come la maggior parte degli esercizi di censura.

Mantieni che il sistema di valutazione svolge un servizio per i genitori nel guidare i loro figli ’ cinema. Anche se questo potrebbe essere stato vero tre decenni fa, dubito che sia più vero. Ogni film oggi è accompagnato da un tale esplosione di pubblicità, pubblicità e chiacchiere su Internet che è facile per qualsiasi bambino o genitore differenziare un “ American Pie ” da A “ Muppets ” film. Semmai, le valutazioni offuscano il problema solo perché i criteri continuano a cambiare.

In effetti, non sono affatto criteri; Hanno ’ re Stopgaps. Se dici “ Fuck You ” In un film, puoi ancora ottenere un PG-13, ma se dici “ voglio scoparti, ” Quel paese di#8217;. Una decapitazione casuale all’inizio di “ Wild Wild West ” merita un PG-13, dì la L.UN. Critici cinematografici, mentre una serie molto più rigorosa di criteri viene applicata ai contenuti sessuali.

Mi rendo conto che questo argomento ti irrita così tanto, Jack, che hai persino invocato una parola classificata R quando rispondi ad essa, ma la maggior parte dei cineasti e dei dirigenti in studio credono che la banda di uomini e donne della valle selezionata in modo casuale che valutano i loro film stia brandendo un doppio Standard per sesso e violenza. Come puoi applicare gli stessi criteri di valutazione a un seno nudo in una sofisticata storia d’amore come in un film di azione sfruttante?

Roger Ebert sostiene fermamente che l’introduzione di una nuova categoria — “ A ” per adulti — è l’unica via d’uscita intelligente dal presente dilemma, sebbene alcuni avvocati egoistici abbiano sollevato la bandiera bianca che i produttori di film NC-17 potrebbero fare causa ai produttori di codice sul terreno. declassato rispetto a “ A ” Films (solo un avvocato direbbe che è impossibile dire la differenza tra un film d’arte e un film di sfruttamento). Canada e Inghilterra hanno categorie per adulti praticabili, sottolinea Ebert. The “ A ” La categoria si applicherebbe a seri film per adulti, che eviterebbero quindi le esclusioni dell’NC-17. “ Digital PeepShows, ” Come evidenziato in “ Eyes Wide Shut, ” sarebbe misericordiosamente aggirato.

Nell’opposto a questi proposte, jack, continui ad avvertirci che gli yahoos sono là fuori. Ci ricordi che, dopo che Columbine, 161 membri del Congresso hanno votato per autorizzare la Federal Trade Commission per creare un nuovo sistema di rating più restrittivo, con multe e sanzioni penali per farla rispettare.

È vero, i cosiddetti guerrieri culturali sono in vigore — I cosiddetti conservatori che sembrano sempre ansiosi di invocare la forza del governo in questioni di scelta personale. Ma se le persone che creano la nostra cultura pop vivessero nel terrore di questi conoscenze? Dobbiamo distorcere il modo in cui facciamo il nostro lavoro per rispondere ai loro sofistria?

Trenta anni fa, Jack, hai abilmente creato un superbo artificio che ci ha servito molto bene nel respingere le orde selvagge, ma sicuramente è giunto il momento di decidere se la soluzione non è diventata parte del problema.

Lascia un commento