Le tattiche legali di Music Org che pagano

Washington — Potrebbe non essere una sorpresa, ma i risultati positivi della recente azione legale contro la pirateria online sono la musica per il settore della registrazione ASSN. delle orecchie dell’America.

Dei 204 persone avvertite dalla RIAA 10 giorni fa che avrebbe fatto causa, 124 hanno contattato gli avvocati dell’organizzazione commerciale e hanno risolto le loro controversie privatamente. Gli restanti 80 dovranno chiamare immediatamente un avvocato; La RIAA ha presentato cause civili contro di loro giovedì mattina.

La RIAA insiste che le sue tattiche legali aggressive stanno lavorando per arginare la marea della pirateria musicale e indica le 124 persone che hanno deciso di risolvere le questioni al di fuori del sistema giudiziario come ulteriori prove.

Dopo che i consumatori e i membri del Congresso hanno sollevato preoccupazioni sul fatto che i pre-adolescenti e le nonne fossero ingiustamente mirate da cause legali che li accusavano di download illegalmente online, la RIAA ha deciso di ammorbidire le sue tattiche inviando avvisi di avvertimento alle persone che stavano pianificando di fare causa a 10 giorni prima dei Le cause effettive dovevano essere depositate per dare loro la possibilità di risolvere la questione senza una causa formale.

“ Siamo lieti che i nostri sforzi per estendere i file ilegali sono un’ulteriore possibilità di venire puliti e elaborare gli insediamenti si stiano dimostrando efficaci, ” Riaa Prexy Cary Sherman ha detto in una dichiarazione giovedì. “ Il fatto che la stragrande maggioranza di coloro che hanno ricevuto la lettera di notifica ci hanno contattato ed erano ansiosi di risolvere le affermazioni è un altro chiaro segnale che la campagna di educazione e applicazione della comunità musicale sta ottenendo il messaggio.”

Amnistia peer-to-peer

Le 124 persone che hanno deciso di risolvere le questioni legali con la RIAA portano il conteggio ufficiale di insediamento a 156 su circa 460 cause reali e potenziali. L’organizzazione commerciale ha anche riconosciuto ricevendo un totale di 1.000 giunti per il suo programma di ardesia pulito, ” che offre amnistia agli utenti della rete peer-to-peer che si identificano volontariamente e si impegnano a smettere di condividere illegalmente musica su Internet.

Le cause controverse e l’attenzione dei media che hanno ricevuto, nonché nuovi sviluppi nel mercato legale della musica online nelle ultime settimane sembrano produrre risultati. Secondo i dati del sondaggio di ottobre condotti per il RIAA da Peter Hart Research Associates, la percentuale di coloro che si estendono che affermano che è “ illegale fare musica dal computer disponibile per gli altri da scaricare gratuitamente su Internet ” è salito alle stelle, dal 37% nel novembre 2002 al 75% di questo mese.

Lascia un commento