Le Lay le caviglie come prexy del TPS francese

Paris — Patrick Le Lay, presidente e CEO di French Web TF1, ha lasciato la presidenza della piattaforma satellitare francese TPS. Nel frattempo, Gerard Mestrallet, capo dell’azionista di TPS Suez, è annesso come amministratore.

Le dimissioni rappresentano uno dei maggiori scanalature dell’esistenza della piattaforma.

Il dirigente TF1 Emmanuel Florent, membro del consiglio di amministrazione TPS dall’inizio dell’anno, sostituirà Le Lay, fondatore della piattaforma, mentre il posto di Mestrallet è stato assunto da Jacques Espinasse, Amministratore delegato di TPS, TPS.

Con 1.04 milioni di abbonati, TPS è in stretta concorrenza con Canal Plus Sub Sub Canal Satellite, che vanta 1.67 milioni di sottotitoli. La piattaforma, che non ha ancora interrotto, è di proprietà del 25% da TF1, 25% dal rivale Web M6, 25% da Suez, anche uno dei principali azionisti di M6 e#8217; e il 25% dalle imprese televisive France.

Ufficialmente, sia Le Lay che Mestrallet si sono dimessi a causa delle nuove regole francesi che limitano il numero di lavori che i migliori dirigenti possono trattenere, ma la speculazione è diffusa potrebbero esserci altri motivi per le loro partenze.

Le Lay ha recentemente avuto un grave caduta con altri membri del consiglio di amministrazione su TPS di trasmettere il reality show rivale rivale M6 ’ Su uno dei suoi canali, un disaccordo che ha innovato le relazioni tra gli azionisti.

Ma la sua decisione di nominare la stella nascente Emmanuel Florent, che dirige anche la divisione interattiva E-TF1, invia un chiaro segnale che il gruppo TV intende continuare a governare il posatoio.

Un possibile scenario è che lo stadio è impostato per un cambiamento nella struttura degli azionisti di TPS.

Voci circolano da un po ‘di tempo che uno o più azionisti di TPS – Suez e France Television sono stati entrambi menzionati – potrebbe essere pronto a vendere il loro palo. Sebbene la società abbia una partecipazione in M6 e TPS, nonché interessi via cavo, Suez è principalmente un gruppo di utility e tira fuori sarebbe un passaggio logico.

Se una tale mossa viene prevista, chiaramente la Lay e la decisione di Mestrallet di prendere un passo indietro dalla piattaforma renderebbero i negoziati più semplici.

Lascia un commento