Le feste sperano di volare al di sopra delle sfide

Sydney — I festival cinematografici dell’Australia sono alle prese per rimanere a galla di fronte all’aumento dei costi, alla sponsorizzazione in diminuzione, a un circuito affollato in tutto il mondo e alla crisi delle compagnie aeree internazionali che ha rivendicato il secondo vettore domestico dell’Australia, Ansett, a settembre, a settembre, a settembre.

Il Festival del cinema di Brisbane è iniziato il 9 luglio con il pre -Prem di Henry Jaglom ’ S “ Festival a Cannes.” Le innovazioni del programma includono un mini-fest per bambini e una vasta retrospettiva di Brit Avant-Garde — Ma l’evento è leggero sugli ospiti internazionali.

La regista Anne Demy-Geree ha ammesso che la scomparsa di Ansett, precedentemente sponsor, aveva paralizzato quell’aspetto del festival più geograficamente isolato dell’Australia.

Il Sydney Film Festival è stato punto a dicembre quando è caduto il previsto accordo di sponsorizzazione triennale con l’Alleanza Star Affiliated Affiliated Ansett. SFF, che non ha sborato il 7-21 giugno, mancava di ospiti internazionali di grandi dimensioni. La programmazione Ho-hum, in parte a causa del rifiuto di Fest di pagare le spese di noleggio, ha visto B.O. Autunno, il regista Gayle Lake ha ammesso “ stiamo arrivando al punto in cui dovremo (pagare le tasse).”

Competizione da altri festival — Il Fest di Shanghai ora si scontra con Sydney — ha aumentato la rivalità per le stampe. E l’aumento dei festival di film monoculturali locali (come i nuovi festival di film francesi, spagnoli e asiatici locali) aumenta la competizione per AUD, sponsorizzazioni e foto.

Solo il Melbourne Film Festival sta controllando la tendenza. Il 23 luglio non è stato più antico e prestigioso Festi di Australia, il 23 luglio con la premiere mondiale di Rolf de Heer ’ S “ The Tracker.”

Il programma di Melbourne è pieno di ospiti internazionali e il direttore del festival James Hewison sta istituendo strategie per evitare alcuni dei nuovi impedimenti. Come Sydney, il Melbourne Fest si abbina a pagamento delle tasse di prenotazione di film, ma la regola è flessibile e Hewison ha impiegato un facilitatore per organizzare riunioni tra agenti di vendita e distributori locali.

Il servizio si è rivelato utile, in quanto non esiste un mercato cinematografico OZ ufficiale — Più del 12% delle 160 foto al festival del 2001 senza una distribuzione locale sono stati raccolti dopo l’evento.

Lascia un commento