Le celebrità parlano di hacking

Il recente scandalo per il taglio del telefono a Rupert Murdoch, la notizia in Intl., il u.K. Divisione di giornali di Newspaper., ha riposizionato la reputazione e lo stato di un certo numero di figure media e politiche che un tempo facevano un pugno di sacchi dei tabloid.

Le thesps che sono state vittime di una copertura paparazzi implacabile dai migliori giornali, tra cui News of the World and the Sun, si sono sentiti incoraggiati a file e parlano contro le pratiche giornalistiche presumibilmente utilizzate da alcune schede.

Il mese scorso, Sienna Miller è stata una delle prime celebrità a risolvere un’affermazione con la notizia del mondo dopo aver ammesso di aver hackerato il suo telefono. Lei ricevette £100.000 ($ 162.000) in danni.

Ma Hugh Grant, Hugh, che è emerso come il crociato principale contro l’hacking.

Il thesp ha parlato contro l’hacking da mesi. Grant è apparso sul programma di dibattito politico di BBC One &#8217 “ Tempo di domanda, ” dove si è unito ai membri del parlamento che discuteva della questione.

Anche il fumetto Steve Coogan è saltato sul carrozzone.

COOGAN VERBLE SCAGLIO DELL’EX Vice Editore del mondo delle notizie del mondo Paul McMullan sulla BBC Two ’ S “ Newsnight ” è diventata una sensazione di YouTube.

Comportamento nell’u.K. Nelle ultime settimane è stato molto simile a un paese che si è visto liberato da un dittatore e, nella rivolta, questi attori sembrano essersi posizionati come voci per il popolo, ruoli tipicamente interpretati dai politici.

Ma la vera domanda è se lo scandalo abbia cambiato o meno la relazione tra l’industria dell’intrattenimento e la stampa popolare.

“ è un po ‘presto per dire che le persone si sentono più sicure, ” dice uno u.K. pubblicista. “ Penso che possano sentirsi un po ‘più sicuri con l’intera situazione di hacking del telefono, ma non penso che i top rossi cambieranno i loro punti durante la notte.”

Un altro pubblicista con sede a Londra afferma che gli effetti non saranno visti a lungo termine.

“ non è tutti i media che sono stati coinvolti in tutto ciò, e c’è ancora un lavoro che deve essere fatto, ” lei dice.

Lascia un commento