Lascia che “passione” gioca

Il precetto della libertà di espressione spesso prende un sedile posteriore una volta coinvolti gli ideologi e i pedanti. Film di Mel Gibson, “ The Passion, ” fornisce l’ultimo e più vivido esempio.

Sebbene Gibson stia ancora modificando il suo film e lo abbia mostrato a un numero molto piccolo di persone, ci sono già grida di protesta e insinuazioni oscure di un sottotesto antisemita. Scrivendo nell’attuale nuova Repubblica, Paula Fredriksen, un’accademica che non ha visto il quadro, suggerisce quel rilascio di “ The Passion ” avrà un impatto terribile. “ Quando scoppia la violenza, Mel Gibson avrà un’autorità molto più alta rispetto ai professori e ai vescovi a cui rispondere, ” lei avverte.

Questi blatherings ci colpiscono come irresponsabili. Il film, che raffigura le ultime ore di Jesus ’ la vita, è stato completamente finanziato da Gibson, che l’ha diretta ma non appare in essa. È chiaramente un film d’arte, oscuro e inquietante. Gli attori parlano in aramaico (anche se alcuni studiosi sostengono che il greco era in realtà la lingua in uso in Palestina in quel momento) e Gibson può o meno usare i sottotitoli in inglese.

Coloro che conoscono bene Gibson lo descrivono bene come un’anima eccentrica e tormentata con credenze profondamente cattoliche, che sono prive di propensioni antisemite. Al momento della visione, il suo film è anche senza sfumature antisemite.

“ The Passion ” è un’opera profondamente sentita che sarà vista da un pubblico molto limitato — Non c’è ancora nessun distributore. Alcuni saranno commossi dal film, altri disturbato. Come per tutti i film precedenti che raffigurano il periodo, alcuni studiosi e teologi sfideranno senza dubbio l’accuratezza storica di Gibson — In effetti è un attore, non uno studioso biblico.

Ma condannare sia il film che il regista in anticipo riflette sia il bigottismo che un disprezzo per la libera espressione.

Lascia un commento