La tragedia Spurs incolta il gioco

Quando si tratta di incolpare i media, le lezioni politiche dell’America giocano un tipo peculiare di gioco — uno che li vede periodicamente cambiare lati.

Il tentativo di assassinio sull’Arizona Rep. Gabrielle Giffords che ha ucciso sei persone e ha lasciato Giffords ferito criticamente ha prodotto una speculazione intensa sulla causa di tali eventi e se la retorica infiammatoria dei media di destra ha avuto un ruolo. Le voci sulla destra hanno rapidamente sollevato le barricate, insistendo sul fatto che solo una mente squilibrata si sarebbe impegnata in tale violenza e che incolpare il talkradio o le notizie via cavo equivalgono ad attacchi politicamente motivati.

Se sembra familiare, dovrebbe. Ma nel contesto del sesso televisivo e della violenza o della musica incendiaria — e ciò che può essere attribuito a immagini e idee della cultura pop bombardando i giovani — Le affiliazioni politiche sono state spesso invertite.

Quello che è più interessante ciò che nessuna delle due parti sembra riconoscere come la sua posizione in un caso minasse la sua posizione nell’altro. O forse essere coerenti riguardo alla relazione nebulosa tra causa ed effetto pertinente ai media è semplicemente troppo scomodo.

Per anni, i politici di entrambe le parti del corridoio hanno assalito l’industria televisiva e cinematografica per il loro danno collaterale di lavoro, lasciando la famosa comunità creativa liberale di Hollywood per difendersi con l’argomentazione che le persone (in particolare quelle armate armate con Guns) Kill People, non Episodic TV, testi provocatori e film horror.

Mentre il diritto si è conclusa con più vigorosamente contro il sesso, i liberali di alto profilo sono stati spesso i sostenitori più schietti della violenza dei media. Tipper Gore ha guidato l’accusa contro la musica, facendo pressioni per etichette di avvertimento su materiale esplicito. Allora sen. Hillary Rodham Clinton fece una campagna contro violenti videogiochi e suo marito aveva famoso il suo “ Sista Souljah ” momento, quando ha denunciato un artista rap.

“ sappiamo che i videogiochi violenti hanno un impatto sui bambini, ” Hillary Clinton ha dichiarato nel 2005, aggiungendo che mentre vari fattori influenzano il crimine giovanile, “ ciò che la ricerca ci dice è che per i singoli bambini, i media violenti sono dannosi.”

Quando tale colpa cade sui media, raramente si sente il diritto politico — con la sua antipatia verso Hollywood — Maresciallo Una difesa come quella montata sulla scia delle riprese di Giffords. Invece, la logica tende a assomigliare a quella impiegata da Sarah Palin nel suo gennaio. 12 Dichiarazione video, in cui ha indicato indignato che mentre le sue parole non potevano portare alla violenza, le critiche livellate contro di lei dai liberali “ servono solo a incitare all’odio stesso e alla violenza che pretendono di condannare.”

Con innumerevoli studi su una correlazione tra i media e la violenza effettiva risalente all’infanzia della TV, che vacilla questo collegamento è sempre stato un facile strumento politico. Perché affrontare una patata calda politica come il controllo delle armi, dopo tutto, quando possiamo sembrare fare qualcosa andando dopo “ Gunsmoke?”

La linea di fondo è che lo spazio tra correlazione e causalità — così come fattori etici che vietano gli esperimenti del mondo reale — Forze forze seriamente ricerche per coprire le sue conclusioni. E con così tante variabili da considerare, collegando un tale evento a un singolo meccanismo di attivazione — Tuttavia atroce — rischia gravemente semplificare la realtà.

Non che questo rallenta i media familiari di chiarezza — per eroi e cattivi — Tra il calore delle ultime notizie. Come ha affermato il editorialista del New York Times David Brooks, “ abbiamo un media psicologicamente mal informato e politicamente infiammato.”

“ The Daily Show ’ S ” Jon Stewart — che ha organizzato un rally destinato a “ ripristinare la sanità ” — ha registrato un punto simile, più eloquente, nel suo primo programma a seguito delle riprese di Giffords.

“ Viviamo in un complesso ecosistema di influenze e motivazioni, e non darei la colpa alla nostra retorica politica più di quanto incolparei la musica heavy metal per Columbine, ” Ha detto, aggiungendo, “ ragazzo sarebbe bello poter disegnare una linea retta di causalità da questo orrore a qualcosa di tangibile, perché allora potremmo convincere noi stessi che se avessimo appena fermato questo, gli orrori finirebbero.”

Assegnare la colpa è confortante e coloro che lo fanno invariabilmente scelgono obiettivi ostentati con un nocciolo intuitivo di verità.

È un po ‘di rap e heavy metal offensive? Senza dubbio. TalkRadio ha ingomito il discorso politico? È difficile sostenere che non è.

Eppure è un vasto salto — In effetti, in termini scientifici pratici, quasi impossibile — da qualcosa che è sgradevole alla creazione di una causa e effetto chiara.

Tuttavia, l’editore della rivista di scettici Michael Shermer ha affermato che tali esercizi di connessione fanno parte della natura umana.

“ la pattern è ciò che fanno i nostri cervelli, ” Scrisse al Los Angeles Times, citando una tendenza naturale a “ cercare un significato causale profondo in qualche teoria grande e generale.”

In quel contesto, il modello da quando l’Arizona è stato dolorosamente familiare: tragedia, seguito da una reazione istintiva, e quindi una risposta di ritorsione. E alla fine, un attacco collettivo di amnesia fino alla prossima crisi — e un’altra opportunità per giocare a colpa.

Lascia un commento