La Russia migliora la legge sul copyright

La Russia sta facendo progressi graduali sull’aumento e il miglioramento della protezione della proprietà intellettuale, ha detto lunedì un organo di settore audiovisivo europeo europeo.

Lo Strasburgo, l’Osservatorio audiovisuale europeo con sede in Francia, parte del Consiglio d’Europa, ha affermato che in seguito all’introduzione di una nuova legge il mese scorso, “ il livello di protezione legislativa dei diritti di proprietà intellettuale è in aumento ” in Russia.

In un rapporto, “Trasformazione degli autori ’ Diritti e diritti vicini in Russia,” Preparato per l’Osservatorio di Dmitry Golovanov dal Centro di legge e politica dei media di Mosca, l’Osservatorio rileva che le nuove leggi sulla proprietà intellettuale sono efficaci da Jan. 1 Sostituire “Tutte le precedenti legislazione russa su questioni di copyright come lo statuto del copyright.”

Le leggi — Parte quarta del codice di diritto civile russo — può anche segnalare “Russia’s Future Intention di unirsi all’Organizzazione mondiale del commercio,” che ha richiesto un miglioramento della protezione del copyright, afferma il rapporto.

Le nuove misure per proteggere la proprietà intellettuale sono un passo nella giusta direzione ma rimangono tutt’altro che perfetti, il rapporto trova.

I problemi identificati nel rapporto includono “la definizione insolita di ‘Diritti intellettuali’ Come sancito nella nuova legislazione, il termine di protezione dei diritti esclusivi e la regolamentazione delle relazioni contrattuali tra un titolare dei diritti e un acquirente.”

La nuova legge cerca di chiarire la Russia’S Sistema di gestione dei diritti collettivi, che ai sensi della legislazione precedente era un groviglio confuso e opaco di autorità sovrapposte.

L’autore del rapporto Golovanov spiega che la nuova legislazione divide le società di gestione dei diritti in due gruppi: quelli accreditati dal governo e autorizzati a rappresentare gli interessi degli autori e dei detentori dei diritti e di altre società che riceveranno l’autorizzazione solo sulla base degli accordi.

Nuove misure difficili per combattere le violazioni della proprietà intellettuale sono contenute nella nuova legge, con reati ripetuti o gravi che possono perdere le loro attività.

Il rapporto conclude che, sebbene un passo nella giusta direzione, la nuova legge ha spazio per il miglioramento.

“I tentativi di soddisfare la necessità di una regolamentazione efficace della gestione dei diritti collettivi sono rimasti incompiuti,” Il rapporto afferma, sebbene “ il livello di protezione legislativa dei diritti di proprietà intellettuale è in aumento.”

Lascia un commento