La pirateria Homevid in Asia è ancora in ascesa

Sydney — I pirati homevideo di Asia sono estremamente efficienti, ben finanziati e occasionalmente violenti criminali — e stanno diventando più ricchi. I livelli di pirateria continuano a crescere in tutta la regione, sebbene le autorità abbiano sequestrato quasi tanti DVD contraffatti nei primi nove mesi di quest’anno che in tutto il 2001.

“ siamo in grado di contenere solo il problema in alcuni mercati, mentre in altri, la situazione si sta deteriorando, ” avverte Mike Ellis, The Motion Picture Assn. VP e direttore regionale per l’antipirazia nell’Asia-Pacifico.

Ellis stima che Hollywood Distribs ’ Le perdite dalla pirateria video nella regione ammontano a $ 640 milioni quest’anno — Rispetto a quasi $ 600 milioni l’anno scorso.

La quota di pirateria delle industrie VID sta aumentando in Cina (almeno il 90%), Thailandia (75%) e Pakistan (95%), secondo Ellis. A Hong Kong (25%), le Filippine (80%) e la Malesia (75%), i livelli di pirateria sono costanti, ma l’U.S. Studios ’ Le perdite stanno aumentando perché quei mercati si stanno espandendo.

Uno degli obiettivi MPA è quello di convincere i governi a introdurre sanzioni più rigide per i reati di copyright.

“ In molti paesi, le sanzioni penali esistenti sono spesso inadeguate e quindi palesemente violate, consentendo enormi profitti con rischi minimi, ” Dice Ellis, un ex poliziotto e avvocato di Hong Kong, che avrebbe dovuto presentare un aggiornamento della pirateria DEC. 2 alla Cineasia Movie Convention a Bangkok. “ Molti criminali sono tornati in attività entro pochi ore o giorni dal catturato.”

Inoltre, Ellis afferma che la mancanza di una legislazione adeguata per regolare le fabbriche di replica del disco ottico nelle Filippine, Indonesia e Tailandia consente ai sindacati di operare con poca paura.

L’MPA sta combattendo i pirati lavorando con le forze dell’ordine locali nel prendere di mira le fabbriche di DVD e VCD, strutture di stamper, magazzini e reti di distribuzione.

L’anno scorso, 4.7 milioni di DVD sono stati confiscati nella regione a seguito di operazioni guidate da MPA, sostenendo il 96% delle convulsioni totali in tutto il mondo. Fino a settembre. 30, 4.Sono stati sequestrati 5 milioni di DVD e 56 fabbriche (di cui 12 a Taiwan e 10 nella Cina continentale) sono state saccheggiate. Circa 18.7 milioni di VCD sono stati confiscati.

Una tendenza nuova e preoccupante è l’emergere di dischi registrabili CD che possono usare DVD/VCD autentici e falsi come fonte. Fino alla fine di settembre, più di 3.3 milioni di CD-R sono stati sequestrati nella regione, rispetto a soli 262.139 dell’anno scorso.

Un’altra preoccupazione è che i pirati stanno acquistando kit per aggiornare le linee VCD alle linee DVD per soddisfare la domanda impennata per il formato digitale. Ellis afferma che le copie DVD registrate alla videocamera piratate dei film di Hollywood appaiono in pochi giorni dalla loro uscita teatrale.

Tuttavia, l’MPA è stato rincuorato dalla nomina di una task force permanente di 150 ufficiali per far rispettare il copyright a Hong Kong e dall’aggiunta di 250 persone alla squadra antipirazia della Malesia.

“ Stiamo parlando con altri governi per ottenere livelli simili di impegno prima che la situazione non uscisse di controllo, ” Dice Ellis.

Lascia un commento