La flotta pirata cresce

Hollywood — Cattive notizie per il RIAA: i download illegali sono scaduti da quando l’organizzazione musicale ha iniziato la sua campagna legale contro i pirati a settembre.

Questo è secondo un nuovo studio degli analisti del gruppo NPD, che ha scoperto che 12 milioni di persone hanno scaricato canzoni da servizi peer-to-peer a novembre, rispetto agli 11 milioni di settembre.

RIAA può essere conforme al fatto che la tendenza per il 2003 è stata in modo schiacciante contro la pirateria, con il numero di persone che scaricano ancora in calo da un massimo di 20 milioni a maggio.

L’organizzazione commerciale ha pubblicizzato sondaggi che mostrano che più persone comprendono che il download di musica è illegale da quando è iniziata la sua serie di azioni legali, ma i dati di NPD indicano che il download illegale sta tornando nella direzione sbagliata o ha toccato il fondo.

In entrambi i casi, le statistiche mostrano che, nonostante il successo molto pubblicizzato dei negozi di musica online come iTunes e Napster, i download illegali continuano a nano le vendite legali. L’iTunes Music Store ha venduto 30 milioni di tracce in totale da aprile, un numero facilmente sminuito dall’attività di 12 milioni di downloader P2P a novembre da solo.

Tuttavia, le vendite di musica su Internet rimangono un business in crescita, come indicato dalla nomina di un dirigente di Napster per dirigere la sua espansione in Europa.

Azienda nominata Leanne Sharman, precedentemente vendite e marketing veep per mp3.com in Europa, come vicepresidente dello sviluppo aziendale con sede a Londra.

Il genitore di Napster Roxio non ha annunciato ufficialmente un lancio imminente in Europa, ma una tale mossa è ampiamente prevista ed è stata implicita nella nomina di Sharman.

“ We ’ Regoled Leanne si è unito a noi in questo momento mentre cerchiamo di sviluppare ulteriormente il business al di fuori della U.S.,” Brad Duea, VP Brad Duea, di Napster Worldwide Development, al quale Sharman riferirà. “ Ha già una comprovata esperienza nella creazione di un business di musica online di successo e il suo background nelle vendite e nel marketing europeo la lascia ben posizionata come la nostra persona sul terreno in Europa.”

Si dice che la concorrente di Napster Apple stia sviluppando anche una versione europea del suo negozio di musica iTunes.

Lascia un commento