La Corte Suprema ascolta la sfida al divieto di Vidgame

I giudici della Corte Suprema hanno grigliato entrambe le parti della questione della violenza di Vidgame martedì mentre l’Alta Corte ha ascoltato argomenti orali sulla sfida al divieto della California sulle vendite di tali giochi ai minori. I giudici alla fine sembravano scettici sulla costituzionalità della legge emanata nel 2005.

I membri del tribunale sembravano preoccupati per l’impatto del primo emendamento del raccordo con la California nel caso, Schwarzenegger vs. Mercanti di intrattenimento Assn.

Tuttavia, alcuni giudici hanno anche notato che l’industria dei videogiochi sembra scrollarsi di dosso i risultati di gruppi come l’American Psychological Assn. e l’American Pediatric Assn. Quelle giochi violenti hanno un impatto negativo sui bambini.

I giudici hanno immediatamente messo il vice procuratore generale della California Zackery Morazzini, che ha rappresentato lo stato nel caso, sulla difensiva chiamando la legge “ vago.” La legge imporrebbe una commissione di $ 1.000 per violazione ai negozi che hanno venduto questi giochi ai minori.

“ una legge che ha sanzioni penali deve essere chiara, ” ha detto il giudice Antonin Scalia. “ e come è il produttore di sapere se un particolare gioco violento è coperto o no? Conviene la sua giuria e lo prova prima di — Sai, non vorrei davvero sapere cosa fare come produttore.”

Preoccupati di mettere eventuali restrizioni al Primo Emendamento, i membri della Corte hanno notato che la limitazione dei videogiochi potrebbe aprire la porta a limitare altre forme di intrattenimento — che vanno dai film ai bambini delle fiabe per bambini.

“ Non è mai stato compreso che la libertà di parola non includeva ritratti di violenza, ” Scalia ha detto. “ What ’ s dopo la violenza? Potabile? Fumo? I film che presentano scene di fumo influenzerà i bambini? … I film che mostrano il fumo non possono essere mostrati ai bambini? Che li influenzerà? Certo, suppongo che lo farà. Ma dobbiamo sederci giorno per giorno per decidere cos’altro verrà fatto un’eccezione dal primo emendamento? Perché questa particolare eccezione va bene, ma le altre che ho appena suggerito non vanno bene?”

Il giudice Ruth Bader Ginsburg ha fatto eco alla preoccupazione di Scalia per il potenziale della legge per essere applicati ad altri media.

“ se stai supponendo una categoria di materiali violenti pericolosi per i bambini, allora come si taglia ai videogiochi?,” Ginsburg ha detto. “ che dire dei film? Che mi dici dei fumetti? Fiabe di Grimm &#? Perché i videogiochi sono speciali?”

Il tribunale emetterà una sentenza nel caso entro la fine di giugno, quando questo termine finisce — Sebbene entrambe le parti sperassero in una decisione prima di quel tempo.

Se il tribunale decidesse che la legge della California è costituzionale, gli esperti legali temono che potrebbe avere un effetto di scopricoltura in altre industrie di intrattenimento — che fa parte del motivo per cui MPAA, Aftra, DGA, SAG e altri hanno presentato un brief di Amicus, schierarsi con le compagnie di gioco.

“ quello (effetto di spillover è) uno dei principali argomenti che gli editori, gli sviluppatori e altri partecipanti stanno aumentando, ” dice Miles Feldman, un litigatore di intrattenimento con lo studio legale di Bevhills Raines Feldman. “ il tribunale non dovrebbe essere nel ruolo — e le forze dell’ordine non dovrebbero essere nel ruolo — di determinare ciò che è troppo violento e ciò che non è. Il pendio scivoloso è questo si applica ai film? Questo si applica ai dipinti? Questo si applica ai libri?”

A un livello più diretto, gli editori di giochi temono che una sentenza positiva per la California possa portare a licenziamenti a livello di settore e un effetto drammatico sulle relazioni di vendita al dettaglio. Se la legge dovesse resistere, è probabile che molti altri stati ne adottino versioni simili, ma non proprio come, la legge al centro di questo caso.

Ciò potrebbe comportare vari gradi di ciò che troppa violenza è dallo stato a stato — Significa che gli editori dovrebbero fare più versioni del gioco per venderle a livello nazionale. Altrimenti, rivenditori come Walmart potrebbero rifiutare di trasportare giochi, a causa dei drammatici cambiamenti che avrebbero dovuto apportare per rispettare la legge.

Una vittoria, tuttavia, potrebbe dare al settore dei videogiochi un po ‘di respirazione. I politici hanno reso la violenza del gioco un punto di monte per anni durante i cicli elettorali. Un sostegno della Corte Suprema secondo cui i videogiochi sono la libertà di libertà costituzionalmente protetta con il merito artistico potrebbe rallentare la marea delle cause che ha affrontato.

Mentre i giudici sembravano inizialmente schierarsi con l’industria dei videogiochi, avevano alcune domande urgenti per l’avvocato Paul Smith, che rappresentavano i commercianti di videogiochi.

Notando la ripetuta affermazione del settore che non vi era alcuna studio conclusiva che collegava giochi violenti a comportamenti violenti nei bambini, il giudice Samuel Alito ha chiesto: “ c’è qualche dimostrazione che gli stati potessero farti soddisfare, questo direbbe Sì, questo è una mostra sufficiente per questa legge per andare avanti?”

I giudici non sembravano impressionati dalle affermazioni che i controlli dei genitori si sviluppano in giochi e console di gioco erano efficaci nel bloccare il contenuto discutibile.

“ qualsiasi 13enne può bypassare i controlli parentali in circa 5 minuti, ” ha detto il giudice capo John Roberts.

I giudici, tuttavia, sembravano accettare l’argomentazione di Smith secondo cui le nuove forme di intrattenimento sono spesso demonizzate, poiché le generazioni più anziane non le comprendono.

“ Abbiamo una storia in questo paese di nuovi mezzi che si avvicinano e le persone che reagiscono notevolmente a loro, pensando che il cielo stia cadendo, i nostri figli saranno tutti trasformati in criminali, ” Smith ha detto.

Lascia un commento